Continuità o frattura? Un problema di storiografia filosofica