Le lingue polinomiche: alcune riflessioni