“Neogeography” e virtualizzazione del territorio. Un caso di studio