Giustino, Cartagine e il tofet