Sull'impossibilità di essere realisti o antirealisti. Critica all'epistemologia genetica e normativa