This paper presents an overview of the presence and treatment of black and black-related issues in Cuban literary works. Starting from the premise that literature and history are inextricably linked, each Author and work are analyzed into the historical context where they belong. It equally attempts at investigating the role of history as a force conditioning literary contents and attitudes, either giving impetus or inhibiting them. One conclusion that can be drawn from the analysis of this literary presence is that the black, since the beginning of literature in Cuba until today, have been rather a tool to convey concepts of varied nature in the interests of the Author, on the basis of using imparted stereotypes. An organic reflection of what is and means to be black remains an exception in Cuban literature, still under the thumb of aesthetic patterns generated elsewhere.

Quest’articolo offre una panoramica della presenza, del trattamento e delle questioni riguardanti il nero in opere letterarie cubane. Partendo dalla premessa che letteratura e storia sono indissolubilmente legate, ogni autore ed opera vengono analizzati nel contesto storico che li vede nascere. Si tenta altrettanto di indagare sul ruolo che detto contesto assume come forza condizionante su contenuti ed atteggiamenti letterari, ora come spinta propulsiva, ora come freno. Una conclusione che si può ricavare dall’analisi di questa presenza letteraria è che il personaggio del nero, dall’inizio della letteratura a Cuba fino ad oggi, è stato piuttosto uno strumento per trasmettere concetti di varia natura secondo l’interesse dell’autore, seguendo diverse stereotipie. Una riflessione organica di ciò che è e significa essere nero continua ad essere un’eccezione nella letteratura cubana, ancora succube di modelli estetici generati altrove.

El negro en la literatura cubana / LAURENCIO TACORONTE, Ariel. - In: THULE. RIVISTA ITALIANA DI STUDI AMERICANISTICI. - ISSN 1126-8611. - 34/35:(2013), pp. 209-229.

El negro en la literatura cubana

Ariel Laurencio
2013

Abstract

Quest’articolo offre una panoramica della presenza, del trattamento e delle questioni riguardanti il nero in opere letterarie cubane. Partendo dalla premessa che letteratura e storia sono indissolubilmente legate, ogni autore ed opera vengono analizzati nel contesto storico che li vede nascere. Si tenta altrettanto di indagare sul ruolo che detto contesto assume come forza condizionante su contenuti ed atteggiamenti letterari, ora come spinta propulsiva, ora come freno. Una conclusione che si può ricavare dall’analisi di questa presenza letteraria è che il personaggio del nero, dall’inizio della letteratura a Cuba fino ad oggi, è stato piuttosto uno strumento per trasmettere concetti di varia natura secondo l’interesse dell’autore, seguendo diverse stereotipie. Una riflessione organica di ciò che è e significa essere nero continua ad essere un’eccezione nella letteratura cubana, ancora succube di modelli estetici generati altrove.
This paper presents an overview of the presence and treatment of black and black-related issues in Cuban literary works. Starting from the premise that literature and history are inextricably linked, each Author and work are analyzed into the historical context where they belong. It equally attempts at investigating the role of history as a force conditioning literary contents and attitudes, either giving impetus or inhibiting them. One conclusion that can be drawn from the analysis of this literary presence is that the black, since the beginning of literature in Cuba until today, have been rather a tool to convey concepts of varied nature in the interests of the Author, on the basis of using imparted stereotypes. An organic reflection of what is and means to be black remains an exception in Cuban literature, still under the thumb of aesthetic patterns generated elsewhere.
Este artículo ofrece una panorámica de la presencia y tratamiento del negro y de lo negro en obras literarias cubanas. A partir de la premisa de que literatura e historia se encuentran indisolublemente ligadas, cada autor y obra se analizan en el contexto histórico que los ve nacer. En igual medida se intenta indagar en el papel de la historia como condicionadora, dando impulso o frenando, de contenidos y posturas literarias. Una conclusión que se puede recabar del análisis de esta presencia literaria es que el negro, desde los inicios de la literatura en Cuba hasta el día de hoy, ha sido más bien un instrumento para vehicular conceptos de variada naturaleza según los intereses del autor, sobre la base de recurrir a ciertos estereotipos. Un reflejo orgánico de lo que es y representa ser negro sigue siendo una excepción en la literatura cubana, aún sujeta a patrones estéticos gestados en otras latitudes.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/277960
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact