«Боже что за жизнь наша! Вечный раздор мечты с существенностью!».In questa frase, fatta pronunciare da Nikolaj Gogol’ al suo infelice personaggio Piskarev, uno dei protagonisti del racconto “La Prospettiva Nevskij”, è racchiusa in sintesi la nuova visione del mondo dello scrittore, una visione che si inserisce a metà strada tra la felice Ucraina degli esordi letterari e la Russia amara e deprimente della maturità. A metà strada dunque tra Dikan’ka e Pietroburgo.In questa sede si intende porre le basi per una nuova chiave di lettura del celebre racconto gogoliano che, a nostro parere, può essere interpretato come un significativo passo in avanti dello scrittore verso quel grottesco che caratterizzerà la sua produzione matura e che segna un netto contrasto con lo scanzonato, carnevalesco mondo di Dikan’ka.

Da Dikan’ka a Pietroburgo: il carnevale cede il passo al grottesco: un’ipotesi di lavoro / Cattani, Alessandra. - In: ANNALI DELLA FACOLTA' DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE DELL'UNIVERSITA' DI SASSARI. - ISSN 1828-5384. - 5:2005 pubbl. 2009(2009), pp. 45-52.

Da Dikan’ka a Pietroburgo: il carnevale cede il passo al grottesco: un’ipotesi di lavoro

Cattani, Alessandra
2009

Abstract

«Боже что за жизнь наша! Вечный раздор мечты с существенностью!».In questa frase, fatta pronunciare da Nikolaj Gogol’ al suo infelice personaggio Piskarev, uno dei protagonisti del racconto “La Prospettiva Nevskij”, è racchiusa in sintesi la nuova visione del mondo dello scrittore, una visione che si inserisce a metà strada tra la felice Ucraina degli esordi letterari e la Russia amara e deprimente della maturità. A metà strada dunque tra Dikan’ka e Pietroburgo.In questa sede si intende porre le basi per una nuova chiave di lettura del celebre racconto gogoliano che, a nostro parere, può essere interpretato come un significativo passo in avanti dello scrittore verso quel grottesco che caratterizzerà la sua produzione matura e che segna un netto contrasto con lo scanzonato, carnevalesco mondo di Dikan’ka.
Da Dikan’ka a Pietroburgo: il carnevale cede il passo al grottesco: un’ipotesi di lavoro / Cattani, Alessandra. - In: ANNALI DELLA FACOLTA' DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE DELL'UNIVERSITA' DI SASSARI. - ISSN 1828-5384. - 5:2005 pubbl. 2009(2009), pp. 45-52.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cattani_A_Articolo_2009_Da.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Non specificato
Dimensione 158.28 kB
Formato Adobe PDF
158.28 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/263958
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact