Il Premio di maggioranza alla prova dell’uguaglianza del voto