A field trip across the Wildhorn Nappe (SW Switzerland), forming part of the Helvetic nappes, is presented here. The field trip, which took place on the 8-9th August 2015, was the annual excursion of the Tectonic Studies Group of the Swiss Geological Society. It has been organized as a 2-day itinerary along the southern slopes of the Helvetic Alps between Kanton Bern and Valais (Fig. 1). This guide contains a brief structural and stratigraphic overview followed by Stop descriptions along a main geological cross-section that, from south to north, shows both the Neogene and the Cretaceous faults and their different structural characteristics. Neogene faults are associated with veins and ductile to brittle structures. Cretaceous faults are comparatively dry, discrete and related to palaeo-escarpments associated with stratigraphic unconformities, fault-growth geometries, slumps and sedimentary dykes. The temporal evolution of the Cretaceous syn-sedimentary fault system is also documented by spectacular panoramas and briefly discussed in relation to nappe-stack development and subsequent Neogene orogen-parallel extension.

In questa guida presentiamo un percorso attraverso la Falda del Wildhorn (Svizzera sudoccidentale), una delle falde strutturalmente più alte delle coperture elvetiche. L’escursione ha preso luogo tra l’8 e il 9 agosto 2015 in quanto scelta come escursione annuale del Gruppo Studi Tettonici della Società Geologica Svizzera. Il percorso è stato organizzato come un itinerario di 2 giorni lungo i fianchi meridionali delle Alpi Elvetiche tra il Canton Berna e il Vallese (Fig. 1). Questa guida contiene anche un breve inquadramento strutturale e stratigrafico, seguito dalla descrizione degli Stop lungo una sezione geologica di riferimento che da sud a nord mostra sia le strutture del Neogene che quelle Cretacee, concentrandosi sulle loro diverse caratteristiche strutturali. Le faglie neogeniche sono associate a vene e strutture da duttili a fragili. Le faglie cretacee invece sono associate a fratture non riempite, sono discrete e relazionate a paleo-scarpate associate a contatti stratigrafici inconformi, geometrie di faglie di crescita, slumps e dicchi sedimentari. L’evoluzione temporale del sistema di faglie sin-sedimentarie cretacee è documentato anche da foto panoramiche spettacolari ed è brevemente discusso in rapporto anche allo sviluppo del sistema a pieghe e sovrascorrimenti e alla successiva estensione parallela all’asse principale dell’orogene alpino.

A trip through the Wildhorn Nappe from Cretaceous to Neogene time (Helvetic Nappes, Switzerland) / Cardello, G; Mancktelow, Ns. - In: GEOLOGICAL FIELD TRIPS. - ISSN 2038-4947. - 8:2.2(2016). [10.3301/GFT.2016.04]

A trip through the Wildhorn Nappe from Cretaceous to Neogene time (Helvetic Nappes, Switzerland)

Cardello G
Writing – Review & Editing
;
2016

Abstract

In questa guida presentiamo un percorso attraverso la Falda del Wildhorn (Svizzera sudoccidentale), una delle falde strutturalmente più alte delle coperture elvetiche. L’escursione ha preso luogo tra l’8 e il 9 agosto 2015 in quanto scelta come escursione annuale del Gruppo Studi Tettonici della Società Geologica Svizzera. Il percorso è stato organizzato come un itinerario di 2 giorni lungo i fianchi meridionali delle Alpi Elvetiche tra il Canton Berna e il Vallese (Fig. 1). Questa guida contiene anche un breve inquadramento strutturale e stratigrafico, seguito dalla descrizione degli Stop lungo una sezione geologica di riferimento che da sud a nord mostra sia le strutture del Neogene che quelle Cretacee, concentrandosi sulle loro diverse caratteristiche strutturali. Le faglie neogeniche sono associate a vene e strutture da duttili a fragili. Le faglie cretacee invece sono associate a fratture non riempite, sono discrete e relazionate a paleo-scarpate associate a contatti stratigrafici inconformi, geometrie di faglie di crescita, slumps e dicchi sedimentari. L’evoluzione temporale del sistema di faglie sin-sedimentarie cretacee è documentato anche da foto panoramiche spettacolari ed è brevemente discusso in rapporto anche allo sviluppo del sistema a pieghe e sovrascorrimenti e alla successiva estensione parallela all’asse principale dell’orogene alpino.
A field trip across the Wildhorn Nappe (SW Switzerland), forming part of the Helvetic nappes, is presented here. The field trip, which took place on the 8-9th August 2015, was the annual excursion of the Tectonic Studies Group of the Swiss Geological Society. It has been organized as a 2-day itinerary along the southern slopes of the Helvetic Alps between Kanton Bern and Valais (Fig. 1). This guide contains a brief structural and stratigraphic overview followed by Stop descriptions along a main geological cross-section that, from south to north, shows both the Neogene and the Cretaceous faults and their different structural characteristics. Neogene faults are associated with veins and ductile to brittle structures. Cretaceous faults are comparatively dry, discrete and related to palaeo-escarpments associated with stratigraphic unconformities, fault-growth geometries, slumps and sedimentary dykes. The temporal evolution of the Cretaceous syn-sedimentary fault system is also documented by spectacular panoramas and briefly discussed in relation to nappe-stack development and subsequent Neogene orogen-parallel extension.
A trip through the Wildhorn Nappe from Cretaceous to Neogene time (Helvetic Nappes, Switzerland) / Cardello, G; Mancktelow, Ns. - In: GEOLOGICAL FIELD TRIPS. - ISSN 2038-4947. - 8:2.2(2016). [10.3301/GFT.2016.04]
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/253677
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact