Rileggendo il terzo capitolo de “Il merito dell’atto amministrativo”: Antonio Amorth e la giurisdizione di merito