La tecnica della deriva a “Scienza in piazza”