Il saggio parla di un particolare museo – il MATer – realizzato in un piccolo paese della Sardegna centrale: Mamoiada. In questo centro, così come in tutte le aree dell’osso della penisola italiana, la scomparsa della società pastorale e contadina ha generato un processo di scollamento fra comunità territorio. La realizzazione di questo museo nasce con l’intento di offrire, attraverso la rilettura di alcune orme di pietra depositate nel paesaggio, degli strumenti attraverso cui provare a riannodare questo rapporto. Lo fa producendo nuove forme di narrazione tese a far emergere una inedita visione ‘poetica’ e insieme collettiva di questo particolare patrimonio territoriale. Nel combinare saperi esperti e conoscenze contestuali e attraverso il coinvolgimento interattivo della comunità, il museo viene pensato come un opera in progress interattiva, relazionale e conviviale in cui, grazie all’uso di una prospettiva anacronistica, dei linguaggi artistici e dei dispositivi multimediali, riannodare le diverse temporalità contenute nel territorio e fornire gli strumenti per far si che esso torni ad essere considerato come un ‘ambiente intelligente’ intessuto di affetti, di proiezioni, di concetti e di simboli, che le generazioni vissute prima di noi ci hanno lasciato e di cui oggi dobbiamo reimparare a prenderci cura.

Orme di pietra nel paesaggio: un museo multimediale e interattivo per riannodare il rapporto tra una comunità e il suo territorio / Decandia, L.. - In: SCIENZE DEL TERRITORIO. - ISSN 2384-8774. - 7:(2019), pp. 128-136.

Orme di pietra nel paesaggio: un museo multimediale e interattivo per riannodare il rapporto tra una comunità e il suo territorio

Decandia L.
2019

Abstract

Il saggio parla di un particolare museo – il MATer – realizzato in un piccolo paese della Sardegna centrale: Mamoiada. In questo centro, così come in tutte le aree dell’osso della penisola italiana, la scomparsa della società pastorale e contadina ha generato un processo di scollamento fra comunità territorio. La realizzazione di questo museo nasce con l’intento di offrire, attraverso la rilettura di alcune orme di pietra depositate nel paesaggio, degli strumenti attraverso cui provare a riannodare questo rapporto. Lo fa producendo nuove forme di narrazione tese a far emergere una inedita visione ‘poetica’ e insieme collettiva di questo particolare patrimonio territoriale. Nel combinare saperi esperti e conoscenze contestuali e attraverso il coinvolgimento interattivo della comunità, il museo viene pensato come un opera in progress interattiva, relazionale e conviviale in cui, grazie all’uso di una prospettiva anacronistica, dei linguaggi artistici e dei dispositivi multimediali, riannodare le diverse temporalità contenute nel territorio e fornire gli strumenti per far si che esso torni ad essere considerato come un ‘ambiente intelligente’ intessuto di affetti, di proiezioni, di concetti e di simboli, che le generazioni vissute prima di noi ci hanno lasciato e di cui oggi dobbiamo reimparare a prenderci cura.
Orme di pietra nel paesaggio: un museo multimediale e interattivo per riannodare il rapporto tra una comunità e il suo territorio / Decandia, L.. - In: SCIENZE DEL TERRITORIO. - ISSN 2384-8774. - 7:(2019), pp. 128-136.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/230917
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact