Althusser, Spinoza e la teoria del Soggetto