Obiettivo: la diversa disposizione spaziale dei geodi nell'ambito di una stessa testa femorale, la loro variabilità nel numero e nelle dimensioni, la controversa origine, hanno suggerito questo studio. in precedenti lavori sono state analizzate le cavità cistiche nell'artrosi primaria. In questa ricerca vengono riportati i risultati sullo stesso fenomeno nell'artrite reumatoide. Metodi. Venti teste femorali preventivamente selezionate sui radiogrammi preoperatori per lo stesso grado di gravità , sono state sottoposte a taglio secondo piani verticali e paralleli fra di loro. Sulle fette di 3 mm di spessore,radiografate a ingrandimento costante, sono stati rilevati il numero, la localizzazione e le dimensioni dei geodi mediante un analizzatore semiautomatico di immagini. I dati ottenuti , raggruppati per quadrante ( efiniti da due piani ortogonali passanti per il centro di rotazione) sono stati sottoposti ad analisi statistica ( Anova e-test). Risultati: Sono stati contati, complessivamente, 92 geodi, distribuiti in misura pressochè omogenea in tutti i quadranti, Si può osservare la prevalenza dei geodi più grandi tra tutti i quadranti. Conclusioni: Dai risultati ossservati emerge un'unica differenza significativa tra i geodi dell'artrosi primaria e quelli osservati nella coxartrosi secondaria ad artrite reumatoide. Essa riguarda la dimensione delle cavità cistiche , maggiori nell'artrite reumatoide, che bene si spiegano con la fisiopatologia e le peculiarità anatomopatologiche della malattia

I geodi nella coxartrosi secondaria ad artrite reumatoide . Minerva Ortopedica . Vol.57.,1-4.2006. in coll. F.Zirattu,G.Zirattu,G.Satta, A.Mele.,I.Idini / ZIRATTU F; ZIRATTU G; FADDA M; SATTA G; MELE A; IDINI I.. - In: MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA. - ISSN 0394-3410. - 57:6(2006), pp. 491-495.

I geodi nella coxartrosi secondaria ad artrite reumatoide . Minerva Ortopedica . Vol.57.,1-4.2006. in coll. F.Zirattu,G.Zirattu,G.Satta, A.Mele.,I.Idini.

FADDA, Mario Alberto;
2006

Abstract

Obiettivo: la diversa disposizione spaziale dei geodi nell'ambito di una stessa testa femorale, la loro variabilità nel numero e nelle dimensioni, la controversa origine, hanno suggerito questo studio. in precedenti lavori sono state analizzate le cavità cistiche nell'artrosi primaria. In questa ricerca vengono riportati i risultati sullo stesso fenomeno nell'artrite reumatoide. Metodi. Venti teste femorali preventivamente selezionate sui radiogrammi preoperatori per lo stesso grado di gravità , sono state sottoposte a taglio secondo piani verticali e paralleli fra di loro. Sulle fette di 3 mm di spessore,radiografate a ingrandimento costante, sono stati rilevati il numero, la localizzazione e le dimensioni dei geodi mediante un analizzatore semiautomatico di immagini. I dati ottenuti , raggruppati per quadrante ( efiniti da due piani ortogonali passanti per il centro di rotazione) sono stati sottoposti ad analisi statistica ( Anova e-test). Risultati: Sono stati contati, complessivamente, 92 geodi, distribuiti in misura pressochè omogenea in tutti i quadranti, Si può osservare la prevalenza dei geodi più grandi tra tutti i quadranti. Conclusioni: Dai risultati ossservati emerge un'unica differenza significativa tra i geodi dell'artrosi primaria e quelli osservati nella coxartrosi secondaria ad artrite reumatoide. Essa riguarda la dimensione delle cavità cistiche , maggiori nell'artrite reumatoide, che bene si spiegano con la fisiopatologia e le peculiarità anatomopatologiche della malattia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/140280
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact