Violenza sessuale e attenuante dei casi di minor gravità: gli incerti confini dell’elemento circostanziale