Si presenta uno studio-progetto, coordinato da Maria Grazia Melis, finalizzato al raggiungimento dei seguenti obbiettivi: la ricostruzione dei rapporti sito - ambiente naturale e della tipologia insediativa attraverso l’analisi dei caratteri ambientali; la classificazione tipologica degli sviluppi planimetrici e degli elementi architettonici, nel quadro del fenomeno ipogeico sardo; l’individuazione delle diverse fasi costruttive attraverso l’analisi delle tecniche di escavazione delle domus; l’analisi topografica e la delimitazione dell’estensione della necropoli, quindi l’individuazione di eventuali zone di concentrazione o di altre irregolarità nella distribuzione degli ipogei; l’identificazione dell’abitato pertinente all’area funeraria; la ricostruzione dei modelli socioeconomici e delle dinamiche di frequentazione antropica. L’indagine archeologica è stata affrontata con un approccio interdisciplinare, che si avvale della collaborazione di studiosi afferenti a diverse discipline, differenti istituzioni di ricerca e del contributo di diversi tipi di analisi (geolitologiche, pedologiche, petrografiche, prospezioni geoelettriche, analisi archeozoologiche, archeobotaniche, antropologiche, chimico-fisiche). L’indagine stratigrafica sarà quindi preceduta da una campagna di prospezioni geofisiche finalizzata all’individuazione di eventuali altre cavità sotterranee non visibili perché obliterate dal deposito terroso, dalla vegetazione e dai crolli.

Nuovi dati sull'ipogeismo funerario della Sardegna settentrionale: la necropoli di S'Elighe Entosu a Usini (Sassari) / Melis, Maria Grazia; Marras, G.. - (2007), pp. 143-151. ((Intervento presentato al convegno 128e Congrès des sociétés historiques et scientifiques tenutosi a Bastia nel 14-21 aprile 2003.

Nuovi dati sull'ipogeismo funerario della Sardegna settentrionale: la necropoli di S'Elighe Entosu a Usini (Sassari)

MELIS, Maria Grazia;
2007

Abstract

Si presenta uno studio-progetto, coordinato da Maria Grazia Melis, finalizzato al raggiungimento dei seguenti obbiettivi: la ricostruzione dei rapporti sito - ambiente naturale e della tipologia insediativa attraverso l’analisi dei caratteri ambientali; la classificazione tipologica degli sviluppi planimetrici e degli elementi architettonici, nel quadro del fenomeno ipogeico sardo; l’individuazione delle diverse fasi costruttive attraverso l’analisi delle tecniche di escavazione delle domus; l’analisi topografica e la delimitazione dell’estensione della necropoli, quindi l’individuazione di eventuali zone di concentrazione o di altre irregolarità nella distribuzione degli ipogei; l’identificazione dell’abitato pertinente all’area funeraria; la ricostruzione dei modelli socioeconomici e delle dinamiche di frequentazione antropica. L’indagine archeologica è stata affrontata con un approccio interdisciplinare, che si avvale della collaborazione di studiosi afferenti a diverse discipline, differenti istituzioni di ricerca e del contributo di diversi tipi di analisi (geolitologiche, pedologiche, petrografiche, prospezioni geoelettriche, analisi archeozoologiche, archeobotaniche, antropologiche, chimico-fisiche). L’indagine stratigrafica sarà quindi preceduta da una campagna di prospezioni geofisiche finalizzata all’individuazione di eventuali altre cavità sotterranee non visibili perché obliterate dal deposito terroso, dalla vegetazione e dai crolli.
978-2-7355-0608-8
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/64581
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact