Introduzione: Gli studi di sieroprevalenza permettono di verificare l’impatto di una malattia infettiva e/o della specifica vaccinazione su una popolazione, integrando i dati disponibili in termini di notifica. Metodi: Nel periodo 2013-2014 sono stati raccolti campioni ottenuti da prelievi di sangue eseguiti a scopo diagnostico o per accertamenti di routine stratificati per sesso ed età con la collaborazione di almeno un Laboratorio/Centro per ogni regione, previo parere del Comitato Etico. Sono stati esclusi dallo studio i pazienti immunocompromessi, coloro che avevano ricevuto trasfusioni di sangue nei 6 mesi precedenti il prelievo ed i soggetti con una malattia infettiva acuta in atto. Tutti i campioni sono stati processati in un laboratorio di riferimento nazionale mediante un micrometodo immunoenzimatico ad elevata sensibilità e specificità. Risultati: Sono stati analizzati 3705 sieri. L’andamento della sieroprevalenza ha mostrato un tipico calo nel primo anno di vita (0-11 mesi: 47,4% vs 1 aa: 30,1%) nei soggetti inizialmente protetti passivamente dalla madre, seguito da un incremento nelle età successive (2-4 aa: 48,1%; 5-9 aa: 74,1%, 10-14 aa: 89,0%, 15-19 aa: 90,2%, 20-39 aa: 93,4% e >40 aa: 98,2%). La prevalenza complessiva è stata dell’84,3%. Non è stata rilevata alcuna differenza statisticamente significativa nei due sessi. Conclusioni: Lo studio di sieroprevalenza ha confermato che in Italia l’infezione da VZV è tipica dell’età pediatrica. Il confronto con due studi condotti con la stessa metodologia nei periodi 1996/97 e 2003/04 ha evidenziato un incremento significativo (p<0,01), della sieropositività nelle fasce di età interessate dalla vaccinazione già adottata in alcune regioni.

Studio di sieroprevalenza per varicella in italia / Guido M; Kuhdari P; De Donno A; Rota MC; Bella A; Brignole G; Lupi S; Idolo A; Formaglio A; Piccinni L; Stefanati A; Tumolo MR; Devoti G; Gabutti G; Gruppo di Studio Sulla Sieroepidemiologia; Castiglia P. - Comunicazioni(2015), p. 62. ((Intervento presentato al convegno Atti 48 Congresso Nazionale di Igiene. tenutosi a Milano nel 14-17 ottobre 2015.

Studio di sieroprevalenza per varicella in italia.

CASTIGLIA, Paolo Giuseppino
2015

Abstract

Introduzione: Gli studi di sieroprevalenza permettono di verificare l’impatto di una malattia infettiva e/o della specifica vaccinazione su una popolazione, integrando i dati disponibili in termini di notifica. Metodi: Nel periodo 2013-2014 sono stati raccolti campioni ottenuti da prelievi di sangue eseguiti a scopo diagnostico o per accertamenti di routine stratificati per sesso ed età con la collaborazione di almeno un Laboratorio/Centro per ogni regione, previo parere del Comitato Etico. Sono stati esclusi dallo studio i pazienti immunocompromessi, coloro che avevano ricevuto trasfusioni di sangue nei 6 mesi precedenti il prelievo ed i soggetti con una malattia infettiva acuta in atto. Tutti i campioni sono stati processati in un laboratorio di riferimento nazionale mediante un micrometodo immunoenzimatico ad elevata sensibilità e specificità. Risultati: Sono stati analizzati 3705 sieri. L’andamento della sieroprevalenza ha mostrato un tipico calo nel primo anno di vita (0-11 mesi: 47,4% vs 1 aa: 30,1%) nei soggetti inizialmente protetti passivamente dalla madre, seguito da un incremento nelle età successive (2-4 aa: 48,1%; 5-9 aa: 74,1%, 10-14 aa: 89,0%, 15-19 aa: 90,2%, 20-39 aa: 93,4% e >40 aa: 98,2%). La prevalenza complessiva è stata dell’84,3%. Non è stata rilevata alcuna differenza statisticamente significativa nei due sessi. Conclusioni: Lo studio di sieroprevalenza ha confermato che in Italia l’infezione da VZV è tipica dell’età pediatrica. Il confronto con due studi condotti con la stessa metodologia nei periodi 1996/97 e 2003/04 ha evidenziato un incremento significativo (p<0,01), della sieropositività nelle fasce di età interessate dalla vaccinazione già adottata in alcune regioni.
Studio di sieroprevalenza per varicella in italia / Guido M; Kuhdari P; De Donno A; Rota MC; Bella A; Brignole G; Lupi S; Idolo A; Formaglio A; Piccinni L; Stefanati A; Tumolo MR; Devoti G; Gabutti G; Gruppo di Studio Sulla Sieroepidemiologia; Castiglia P. - Comunicazioni(2015), p. 62. ((Intervento presentato al convegno Atti 48 Congresso Nazionale di Igiene. tenutosi a Milano nel 14-17 ottobre 2015.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/54128
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact