ITALIANO

Studi recenti hanno dimostrato che HPV test basati sulla PCR hanno un’accuratezza simile per campioni autoprelevati (tamponi vaginali e campione di urina) come per campioni cervicali raccolti da operatori sanitari specializzati. Tuttavia viste le diverse tipologie di dispositivi per autoprelievo in commercio e i diversi percorsi pre-analitici e analitici di ciascun test, è necessaria una validazione dei test HPV in combinazione con i dispositivi di autoprelievo. Questo studio, denominato “Extended VALHUDES” (Extended VALidation of HUman papillomavirus assays and collection DEvices for HPV testing on Self-samples), mira ad estendere una precedente validazione VALHUDES del test HPV BD Onclarity in combinazione con due dispositivi per la raccolta di campioni biologici autoprelevati: un tampone vaginale, (FLOQSwabs®, Copan) e un dispositivo per la raccolta di urina (UriSponge, Copan). I campioni sono stati testati utilizzando due piattaforme automatizzate BD: Viper LT e COR presenti presso il laboratorio dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano (IEO) e il Dipartimento di Patologia Molecolare di Hvidovre (Danimarca). 300 donne riferite per esame colposcopico a causa di una pregressa anomalia cervicale sono state arruolate presso l’Istituto Europeo di Oncologia e il Coordinamento Consultori Familiari, ASSL Sassari, ATS Sardegna. Un campione di urina e due campioni vaginali sono stati autoprelevati da ciascuna donna mediante i relativi dispositivi da autoprelievo e successivamente è stato eseguito un prelievo cervicale dal ginecologo prima dell’esame colposcopico. 286 delle 300 (95,3%) donne reclutate hanno avuto risultati valutabili sia dal primo campione vaginale autoprelevato che dal campione cervicale raccolto dal medico. 167 delle 286 (58,4%) donne hanno avuto biopsie cervicali durante la colposcopia, con referti istopatologici: 81 donne presentavano istologia ≥CIN2 e 46 donne ≥CIN3. La concordanza analitica complessiva tra autocampione vaginale e campione cervicale tramite analisi con il kit BD Onclarity HPV Assay su BD Viper LT eseguito presso il laboratorio IEO è risultata 89,5% (256/286 Kappa=0,76); 89,5% (256/286, Kappa=0,75) tramite analisi sulla piattaforma BD Viper LT eseguita presso il laboratorio di Hvidovre e 90,1% (260/286, Kappa=0,77) utilizzando il sistema BD COR. La sensibilità e specificità analitica del test BD Onclarity sui campioni vaginali rispetto ai campioni cervicali è risultata rispettivamente 96.3% e 76.5% dalle analisi ottenute con il sistema Viper LT presso IEO, 97.9% e 73.5% con Viper LT presso Hvidovre, 96.8% e 77.6% BD Onclarity eseguito su COR. Per quanto riguarda la sensibilità e la specificità clinica nell’individuare lesioni CIN2+ le analisi hanno mostrato un’adeguata sensibilità relativa, ma una bassa specificità relativa. È stata quindi fatta un’analisi della sensibilità e la specificità clinica del test Onclarity su Viper LT presso IEO, su Viper LT presso Hvidovre e su COR, utilizzando dei cut-off dei cicli soglia ottimizzati per i campioni autoprelevati, al fine di poter migliorare i valori di specificità del test. Utilizzando i cicli soglia ottimizzati è stato possibile ottenere ottimi dati di specificità del test BD Onclarity senza perdere in sensibilità. Non è stato possibile analizzare i dati ottenuti del test BD Onclarity dei campioni urinari autoprelevati con UriSponge in quanto il test ha rilevato più di un terzo di campioni non idonei. I dati ottenuti dimostrano una buona concordanza analitica e una buona sensibilità clinica relativa tra il rilevamento dell'HPV di BD Onclarity HPV Assay eseguito sulle piattaforme VIPER LT e COR su campioni vaginali autoprelevati rispetto al campione cervicale. Aggiustando i cut-off del saggio molecolare per definire le positività per i campioni vaginali si può ottenere un ottimo bilanciamento in termini di sensibilità e specificità del test.

“Extended VALHUDES”: estensione della validazione del test HPV Onclarity a nuovi dispositivi di autoprelievo(2023 Sep 29).

“Extended VALHUDES”: estensione della validazione del test HPV Onclarity a nuovi dispositivi di autoprelievo

-
2023-09-29

Abstract

ITALIANO
29-set-2023
Studi recenti hanno dimostrato che HPV test basati sulla PCR hanno un’accuratezza simile per campioni autoprelevati (tamponi vaginali e campione di urina) come per campioni cervicali raccolti da operatori sanitari specializzati. Tuttavia viste le diverse tipologie di dispositivi per autoprelievo in commercio e i diversi percorsi pre-analitici e analitici di ciascun test, è necessaria una validazione dei test HPV in combinazione con i dispositivi di autoprelievo. Questo studio, denominato “Extended VALHUDES” (Extended VALidation of HUman papillomavirus assays and collection DEvices for HPV testing on Self-samples), mira ad estendere una precedente validazione VALHUDES del test HPV BD Onclarity in combinazione con due dispositivi per la raccolta di campioni biologici autoprelevati: un tampone vaginale, (FLOQSwabs®, Copan) e un dispositivo per la raccolta di urina (UriSponge, Copan). I campioni sono stati testati utilizzando due piattaforme automatizzate BD: Viper LT e COR presenti presso il laboratorio dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano (IEO) e il Dipartimento di Patologia Molecolare di Hvidovre (Danimarca). 300 donne riferite per esame colposcopico a causa di una pregressa anomalia cervicale sono state arruolate presso l’Istituto Europeo di Oncologia e il Coordinamento Consultori Familiari, ASSL Sassari, ATS Sardegna. Un campione di urina e due campioni vaginali sono stati autoprelevati da ciascuna donna mediante i relativi dispositivi da autoprelievo e successivamente è stato eseguito un prelievo cervicale dal ginecologo prima dell’esame colposcopico. 286 delle 300 (95,3%) donne reclutate hanno avuto risultati valutabili sia dal primo campione vaginale autoprelevato che dal campione cervicale raccolto dal medico. 167 delle 286 (58,4%) donne hanno avuto biopsie cervicali durante la colposcopia, con referti istopatologici: 81 donne presentavano istologia ≥CIN2 e 46 donne ≥CIN3. La concordanza analitica complessiva tra autocampione vaginale e campione cervicale tramite analisi con il kit BD Onclarity HPV Assay su BD Viper LT eseguito presso il laboratorio IEO è risultata 89,5% (256/286 Kappa=0,76); 89,5% (256/286, Kappa=0,75) tramite analisi sulla piattaforma BD Viper LT eseguita presso il laboratorio di Hvidovre e 90,1% (260/286, Kappa=0,77) utilizzando il sistema BD COR. La sensibilità e specificità analitica del test BD Onclarity sui campioni vaginali rispetto ai campioni cervicali è risultata rispettivamente 96.3% e 76.5% dalle analisi ottenute con il sistema Viper LT presso IEO, 97.9% e 73.5% con Viper LT presso Hvidovre, 96.8% e 77.6% BD Onclarity eseguito su COR. Per quanto riguarda la sensibilità e la specificità clinica nell’individuare lesioni CIN2+ le analisi hanno mostrato un’adeguata sensibilità relativa, ma una bassa specificità relativa. È stata quindi fatta un’analisi della sensibilità e la specificità clinica del test Onclarity su Viper LT presso IEO, su Viper LT presso Hvidovre e su COR, utilizzando dei cut-off dei cicli soglia ottimizzati per i campioni autoprelevati, al fine di poter migliorare i valori di specificità del test. Utilizzando i cicli soglia ottimizzati è stato possibile ottenere ottimi dati di specificità del test BD Onclarity senza perdere in sensibilità. Non è stato possibile analizzare i dati ottenuti del test BD Onclarity dei campioni urinari autoprelevati con UriSponge in quanto il test ha rilevato più di un terzo di campioni non idonei. I dati ottenuti dimostrano una buona concordanza analitica e una buona sensibilità clinica relativa tra il rilevamento dell'HPV di BD Onclarity HPV Assay eseguito sulle piattaforme VIPER LT e COR su campioni vaginali autoprelevati rispetto al campione cervicale. Aggiustando i cut-off del saggio molecolare per definire le positività per i campioni vaginali si può ottenere un ottimo bilanciamento in termini di sensibilità e specificità del test.
HPV; Cervical cancer; Cancer screening; Self-sampling; Real Time PCR
BOTTARI, FABIO
“Extended VALHUDES”: estensione della validazione del test HPV Onclarity a nuovi dispositivi di autoprelievo(2023 Sep 29).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
TESI_DOTTORATO_Fabio Bottari_PDFA.pdf

embargo fino al 27/03/2024

Descrizione: “Extended VALHUDES”: estensione della validazione del test HPV Onclarity a nuovi dispositivi di autoprelievo
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 1.56 MB
Formato Adobe PDF
1.56 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/318189
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact