“La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione”. Queste le parole di Franco Basaglia, più che mai attuali. Assieme a povertà, perdita del lavoro, compulsivo uso di social-network, il Covid-19 (e le restrizioni ad esso legate) si pone come ulteriore causa di sofferenze psichiche. Imprescindibile diventa, allora, comprendere quali disturbi possono assurgere a vizio di mente rilevante ai fini dell’esclusione o della diminuzione della capacità di intendere e di volere. Per fare ciò, il presente lavoro, dopo aver ripercorso i principali approdi giurisprudenziali (in uno con l’emergere di nuovi paradigmi in seno alla scienza medica), analizza la pronuncia della Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite dell’8 marzo 2005, n. 9163, che ha aperto le porte dell’imputabilità anche ai disturbi della personalità. Il principio di diritto che tale sentenza enuncia è stato, tuttavia, oggetto di interpretazioni non di rado distorte, fino a giungere a vere e proprie derive applicative. Ecco che allora, grazie all’attenzione ai singoli casi e con il supporto dei principi fondamentali della materia, il progetto si propone l’ambizioso fine di fornire gli strumenti utili per comprendere la reale portata ed i limiti del principio espresso dalle Sezioni Unite.

“Madness is a human condition. Madness in us exists and is present as is reason". Nowadays, these words by Franco Basaglia sound more current than ever. Together with poverty, job loss, compulsive use of social networks, Covid-19 (and the restrictions derived from it) is a further cause of mental suffering. Therefore, understanding which disorders may be considered as affecting individuals’ compos mentis is currently crucial in criminal law. In order to contribute to the research on this issue, the present work, firstly, retraces the main approaches established by Italian criminal Courts’ decisions together with the most recent findings within medical science. Then, it scrutinizes the fundamental ruling of the Supreme Court of Cassation in United Sections of 8 March 2005, no. 9163, which is considered the leading decision that opened the gates of non compos mentis state of mind to personality disorders. Nonetheless, the principle of law affirmed by this decision appears having been object of misinterpretations, up to the point of real application drifts. For these reasons, the present research aims to provide the tools useful for understanding the real scope and limits of the principle stated in the 2005 Supereme Court’s decision. This ambitious goal is pursued by a detailed analysis of the most relevant cases concerning the issue guided by the founding principles of the matter

I disturbi psichici fra realtà sociale e realtà penale. Cosa è cambiato dopo le Sezioni Unite Raso? / Puggioni, Angelica. - (2022 Dec 05).

I disturbi psichici fra realtà sociale e realtà penale. Cosa è cambiato dopo le Sezioni Unite Raso?

PUGGIONI, Angelica
2022-12-05

Abstract

“Madness is a human condition. Madness in us exists and is present as is reason". Nowadays, these words by Franco Basaglia sound more current than ever. Together with poverty, job loss, compulsive use of social networks, Covid-19 (and the restrictions derived from it) is a further cause of mental suffering. Therefore, understanding which disorders may be considered as affecting individuals’ compos mentis is currently crucial in criminal law. In order to contribute to the research on this issue, the present work, firstly, retraces the main approaches established by Italian criminal Courts’ decisions together with the most recent findings within medical science. Then, it scrutinizes the fundamental ruling of the Supreme Court of Cassation in United Sections of 8 March 2005, no. 9163, which is considered the leading decision that opened the gates of non compos mentis state of mind to personality disorders. Nonetheless, the principle of law affirmed by this decision appears having been object of misinterpretations, up to the point of real application drifts. For these reasons, the present research aims to provide the tools useful for understanding the real scope and limits of the principle stated in the 2005 Supereme Court’s decision. This ambitious goal is pursued by a detailed analysis of the most relevant cases concerning the issue guided by the founding principles of the matter
“La follia è una condizione umana. In noi la follia esiste ed è presente come lo è la ragione”. Queste le parole di Franco Basaglia, più che mai attuali. Assieme a povertà, perdita del lavoro, compulsivo uso di social-network, il Covid-19 (e le restrizioni ad esso legate) si pone come ulteriore causa di sofferenze psichiche. Imprescindibile diventa, allora, comprendere quali disturbi possono assurgere a vizio di mente rilevante ai fini dell’esclusione o della diminuzione della capacità di intendere e di volere. Per fare ciò, il presente lavoro, dopo aver ripercorso i principali approdi giurisprudenziali (in uno con l’emergere di nuovi paradigmi in seno alla scienza medica), analizza la pronuncia della Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite dell’8 marzo 2005, n. 9163, che ha aperto le porte dell’imputabilità anche ai disturbi della personalità. Il principio di diritto che tale sentenza enuncia è stato, tuttavia, oggetto di interpretazioni non di rado distorte, fino a giungere a vere e proprie derive applicative. Ecco che allora, grazie all’attenzione ai singoli casi e con il supporto dei principi fondamentali della materia, il progetto si propone l’ambizioso fine di fornire gli strumenti utili per comprendere la reale portata ed i limiti del principio espresso dalle Sezioni Unite.
imputabilità; vizio di mente; sentenza Raso; disturbi personalità; infermità
infermità
I disturbi psichici fra realtà sociale e realtà penale. Cosa è cambiato dopo le Sezioni Unite Raso? / Puggioni, Angelica. - (2022 Dec 05).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
I disturbi psichici fra realt? sociale e realt? penale.pdf

accesso aperto

Descrizione: I disturbi psichici fra realtà sociale e realtà penale. Cosa è cambiato dopo le Sezioni Unite Raso?
Tipologia: Tesi di dottorato
Dimensione 2 MB
Formato Adobe PDF
2 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/299935
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact