Negli ovini da latte l’ingestione di alimenti contaminati da sostanza indesiderate rappresenta un rischio sia per animali al pascolo che per quelli confinati. L’assunzione di composti tossici negli ovini da latte comporta effetti negativi a carico dell’animale oltre che costituire un potenziale elemento di rischio per il consumatore finale nel caso in cui il composto tossico permanga nel latte o nelle carni. I metalli pesanti, le diossine e le micotossine rappresentano le sostanze indesiderate negli alimenti per animali di maggiore interesse per la filiera di produzione degli ovini da latte. La presenza di residui di contaminanti nel latte ovino e nei derivati caseari costituisce un importante indicatore della igienicità della filiera produttiva e allo stesso tempo è ritenuto un marcatore indiretto della salubrità dell’ambiente di produzione. Questo lavoro riassume gli aspetti di maggiore rilievo circa gli effetti dei metalli pesanti, delle diossine e di alcune micotossine sugli ovini, con particolare riferimento al loro trasferimento nel latte e nei derivati.

Sostanze indesiderate negli alimenti zootecnici: effetti sugli ovini e riflessi nel latte e derivati / Battacone, Gianni; Palomba, Michele Francesco Luigi; Pulina, Giuseppe. - (2006), pp. 28-41. ((Intervento presentato al convegno Produzioni ovine e caprine: quale garanzia per i consumatori?: relazioni presentate nella giornata di studio.

Sostanze indesiderate negli alimenti zootecnici: effetti sugli ovini e riflessi nel latte e derivati

Battacone, Gianni;Palomba, Michele Francesco Luigi;Pulina, Giuseppe;Nicolussi, Paola
2006

Abstract

Negli ovini da latte l’ingestione di alimenti contaminati da sostanza indesiderate rappresenta un rischio sia per animali al pascolo che per quelli confinati. L’assunzione di composti tossici negli ovini da latte comporta effetti negativi a carico dell’animale oltre che costituire un potenziale elemento di rischio per il consumatore finale nel caso in cui il composto tossico permanga nel latte o nelle carni. I metalli pesanti, le diossine e le micotossine rappresentano le sostanze indesiderate negli alimenti per animali di maggiore interesse per la filiera di produzione degli ovini da latte. La presenza di residui di contaminanti nel latte ovino e nei derivati caseari costituisce un importante indicatore della igienicità della filiera produttiva e allo stesso tempo è ritenuto un marcatore indiretto della salubrità dell’ambiente di produzione. Questo lavoro riassume gli aspetti di maggiore rilievo circa gli effetti dei metalli pesanti, delle diossine e di alcune micotossine sugli ovini, con particolare riferimento al loro trasferimento nel latte e nei derivati.
Sostanze indesiderate negli alimenti zootecnici: effetti sugli ovini e riflessi nel latte e derivati / Battacone, Gianni; Palomba, Michele Francesco Luigi; Pulina, Giuseppe. - (2006), pp. 28-41. ((Intervento presentato al convegno Produzioni ovine e caprine: quale garanzia per i consumatori?: relazioni presentate nella giornata di studio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Battacone_G_ContrCongr_2006_Sostanze.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Non specificato
Dimensione 127.48 kB
Formato Adobe PDF
127.48 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/264084
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact