Le sentenze come “oggetto di studio”: una sperimentazione qualitativa e quantitativa