Scheda Integrata per la Sicurezza del Paziente Chirurgico in sala operatoria (SISPaC) INTRODUZIONE- PREMESSE E SCOPO DELLO STUDIO Con Delibera della Regione Autonoma della Sardegna n. 40/27 del 7.8.2015 “Linee d’indirizzo regionali per la sicurezza in chirurgia” e Scheda Integrata per la sicurezza del Paziente Chirurgico (SISPaC) si è definito un percorso comune riguardante la sicurezza degli interventi chirurgici nei Presidi Ospedalieri Sardi. Scopo dello studio è stata la valutazione della SISPaC e il monitoraggio del suo utilizzo nel semestre Settembre 2017 - Marzo 2018. MATERIALI E METODI La SISPaC è una check list suddivisa in otto gruppi di item: due di competenza infermieristica, riguardano rispettivamente la preparazione del paziente e dell’intervento, una del Chirurgo cui spetta la parte relativa alla preparazione all’intervento, tre gruppi di competenza di un team composto da Chirurgo, Anestesista e Strumentista dall’arrivo del Paziente fino alla sua uscita dal blocco operatorio; la settima parte è di pertinenza dell’Infermiere di Anestesia ed è relativa al momento in cui il paziente esce dalla Sala Operatoria; infine, un’ultima parte dedicata al monitoraggio del paziente ed eseguita dall’Infermiere durante il post operatorio. L’Unità di Clinical Risk Management della ASSL Sassari ha effettuato il monitoraggio sull’utilizzo e la compilazione delle Schede SISPaC tramite campionamento casuale del 10% delle cartelle chirurgiche e relative schede prodotte in due Presidi Ospedalieri del Nord Sardegna (n=109 e 116, rispettivamente). Le UUOO Chirurgiche oggetto di monitoraggio sono state la Chirurgia Generale, la Ginecologia, l’Otorinolaringoiatria, l’Urologia e l’Ortopedia. Si è proceduto all’analisi di ciascuna SISPaC con lo scopo di verificarne l’utilizzo e la corretta compilazione. RISULTATI La SISPaC, è stata utilizzata da tutte le UUOO Chirurgiche e ha presentato criticità nella compilazione di tutte le sezioni: il 100% delle SISPaC è stato compilato, ma nessuna per intero. Inoltre, è emersa, in particolare nell’ultima sezione “Post operatorio”, una notevole disomogeneità nell’interpretazione della modalità di compilazione (alcune UUOO hanno scritto SI/NO per ogni punto della check list ed altre UUOO hanno messo una spunta in corrispondenza degli item di interesse, tralasciando gli altri). La compilazione parziale della scheda è risultata conseguente alla identificazione della non pertinenza o mancata competenza di alcuni item. In una minoranza di casi è stata riscontrata la mancata compilazione di intere sezioni. In circa l’80% delle schede non è stata annotata la temperatura corporea del Paziente. CONCLUSIONI Si evice l’opportunità di migliorare la strutturazione della scheda per evitare o ridurre al minimo eventuali misinterpretazioni da parte degli operatori.

Scheda Integrata per la Sicurezza del Paziente Chirurgico in sala operatoria (SISPaC) / Ogana, S; Brundu, C; Trogu, F; Gugliotta, C; Gentili, D; Soddu, S; Azara, A. - (2018), pp. 346-346. ((Intervento presentato al convegno 51° Congresso Nazionale (S.It.I.) I PRIMI 40 ANNI DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE: IL CONTRIBUTO DELL’IGIENE ALLA SALUTE tenutosi a Riva del Garda nel 17-20 Ottobre 2018.

Scheda Integrata per la Sicurezza del Paziente Chirurgico in sala operatoria (SISPaC)

Ogana S;Trogu F;Gugliotta C;GENTILI, Davide;Azara A
2018

Abstract

Scheda Integrata per la Sicurezza del Paziente Chirurgico in sala operatoria (SISPaC) INTRODUZIONE- PREMESSE E SCOPO DELLO STUDIO Con Delibera della Regione Autonoma della Sardegna n. 40/27 del 7.8.2015 “Linee d’indirizzo regionali per la sicurezza in chirurgia” e Scheda Integrata per la sicurezza del Paziente Chirurgico (SISPaC) si è definito un percorso comune riguardante la sicurezza degli interventi chirurgici nei Presidi Ospedalieri Sardi. Scopo dello studio è stata la valutazione della SISPaC e il monitoraggio del suo utilizzo nel semestre Settembre 2017 - Marzo 2018. MATERIALI E METODI La SISPaC è una check list suddivisa in otto gruppi di item: due di competenza infermieristica, riguardano rispettivamente la preparazione del paziente e dell’intervento, una del Chirurgo cui spetta la parte relativa alla preparazione all’intervento, tre gruppi di competenza di un team composto da Chirurgo, Anestesista e Strumentista dall’arrivo del Paziente fino alla sua uscita dal blocco operatorio; la settima parte è di pertinenza dell’Infermiere di Anestesia ed è relativa al momento in cui il paziente esce dalla Sala Operatoria; infine, un’ultima parte dedicata al monitoraggio del paziente ed eseguita dall’Infermiere durante il post operatorio. L’Unità di Clinical Risk Management della ASSL Sassari ha effettuato il monitoraggio sull’utilizzo e la compilazione delle Schede SISPaC tramite campionamento casuale del 10% delle cartelle chirurgiche e relative schede prodotte in due Presidi Ospedalieri del Nord Sardegna (n=109 e 116, rispettivamente). Le UUOO Chirurgiche oggetto di monitoraggio sono state la Chirurgia Generale, la Ginecologia, l’Otorinolaringoiatria, l’Urologia e l’Ortopedia. Si è proceduto all’analisi di ciascuna SISPaC con lo scopo di verificarne l’utilizzo e la corretta compilazione. RISULTATI La SISPaC, è stata utilizzata da tutte le UUOO Chirurgiche e ha presentato criticità nella compilazione di tutte le sezioni: il 100% delle SISPaC è stato compilato, ma nessuna per intero. Inoltre, è emersa, in particolare nell’ultima sezione “Post operatorio”, una notevole disomogeneità nell’interpretazione della modalità di compilazione (alcune UUOO hanno scritto SI/NO per ogni punto della check list ed altre UUOO hanno messo una spunta in corrispondenza degli item di interesse, tralasciando gli altri). La compilazione parziale della scheda è risultata conseguente alla identificazione della non pertinenza o mancata competenza di alcuni item. In una minoranza di casi è stata riscontrata la mancata compilazione di intere sezioni. In circa l’80% delle schede non è stata annotata la temperatura corporea del Paziente. CONCLUSIONI Si evice l’opportunità di migliorare la strutturazione della scheda per evitare o ridurre al minimo eventuali misinterpretazioni da parte degli operatori.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/215951
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact