OBIETTIVI: Effettuare un’analisi descrittiva delle visite di controllo “fiscali” eseguite in un anno, nel distretto sanitario di Sassari, per quantificare i costi del servizio; analizzare i moduli delle visite, rilevandone i principali determinanti epidemiologici; proporre alcune modifiche operative per migliorare l’impiego delle risorse umane, migliorare l’efficacia dei controlli e risparmiare risorse. METODI: Sono stati analizzati i documenti concernenti il periodo luglio 2010 – giugno 2011 per quanto attiene i costi del servizio e le copie dei verbali delle visite per verificare: il numero delle visite, numero delle visite ambulatoriali e domiciliari, numero di visite per enti pubblici e aziende private, forma morbosa causa dell’assenza dal servizio, sesso ed età dei pazienti. Sono stati inoltre individuati altri indicatori correlati ad una valutazione operativa: intervallo di tempo intercorso tra richiesta ed esecuzione della visita, percentuale di modifiche della prognosi del curante, stima del risparmio derivato dalle innovazioni proposte. RISULTATI: Nel periodo indicato, sono state eseguite quasi 10.000 visite domiciliari e meno di 1.000 ambulatoriali; il picco mensile corrisponde febbraio – marzo, in relazione al periodo influenzale (le malattie infettive rappresentano oltre il 35% delle diagnosi). Gli enti pubblici rappresentano il 99,55% dei richiedenti con del 57% da ascrivere alle scuole. Oltre i 2/3 delle visite sono a carico del sesso femminile, le fasce di età più rappresentate sono tra i 46 ed i 55 anni. Quasi il 75% delle visite sono eseguite nella giornata della richiesta. Il costo annuo totale è stato pari a 290.000 € circa. Se si applicassero le innovazioni proposte, si potrebbero abbattere i costi di circa 180.000 €. CONCLUSIONI: L’utilizzo di medici ed assistenti sanitari dipendenti del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, comporterebbe un notevole abbattimento dei costi diretti della ASL per garantire i compiti di medicina di controllo. L’utilizzo di operatori di provata esperienza medico – legale per prestazioni alla persona migliorerebbe inoltre la qualità del servizio reso. Resta però da verificare sul campo la sostenibilità del carico di lavoro sugli operatori e se non sono possibili anche a breve scelte alternative ormai consolidate con sentenze delle alte corti, quali per esempio la fatturazione degli oneri agli enti richiedenti.

LE “VISITE FISCALI” NELLA ASL SASSARI, ANALISI DESCRITTIVA E PROPOSTE OPERATIVE / Vargiu, G.; Delogu, F.; Derudas, E. L.; Loriga, C.; Grassi, L.; Azara, A.. - (2012), pp. 553-553. ((Intervento presentato al convegno PREVENZIONE E SANITÀ PUBBLICA AL SERVIZIO DEL PAESE l’Igienista verso le nuove esigenze di salute tenutosi a Forte Village Resort Santa Margherita di Pula, Cagliari nel Cagliari 3/6 ottobre 2012.

LE “VISITE FISCALI” NELLA ASL SASSARI, ANALISI DESCRITTIVA E PROPOSTE OPERATIVE

Azara A.
2012

Abstract

OBIETTIVI: Effettuare un’analisi descrittiva delle visite di controllo “fiscali” eseguite in un anno, nel distretto sanitario di Sassari, per quantificare i costi del servizio; analizzare i moduli delle visite, rilevandone i principali determinanti epidemiologici; proporre alcune modifiche operative per migliorare l’impiego delle risorse umane, migliorare l’efficacia dei controlli e risparmiare risorse. METODI: Sono stati analizzati i documenti concernenti il periodo luglio 2010 – giugno 2011 per quanto attiene i costi del servizio e le copie dei verbali delle visite per verificare: il numero delle visite, numero delle visite ambulatoriali e domiciliari, numero di visite per enti pubblici e aziende private, forma morbosa causa dell’assenza dal servizio, sesso ed età dei pazienti. Sono stati inoltre individuati altri indicatori correlati ad una valutazione operativa: intervallo di tempo intercorso tra richiesta ed esecuzione della visita, percentuale di modifiche della prognosi del curante, stima del risparmio derivato dalle innovazioni proposte. RISULTATI: Nel periodo indicato, sono state eseguite quasi 10.000 visite domiciliari e meno di 1.000 ambulatoriali; il picco mensile corrisponde febbraio – marzo, in relazione al periodo influenzale (le malattie infettive rappresentano oltre il 35% delle diagnosi). Gli enti pubblici rappresentano il 99,55% dei richiedenti con del 57% da ascrivere alle scuole. Oltre i 2/3 delle visite sono a carico del sesso femminile, le fasce di età più rappresentate sono tra i 46 ed i 55 anni. Quasi il 75% delle visite sono eseguite nella giornata della richiesta. Il costo annuo totale è stato pari a 290.000 € circa. Se si applicassero le innovazioni proposte, si potrebbero abbattere i costi di circa 180.000 €. CONCLUSIONI: L’utilizzo di medici ed assistenti sanitari dipendenti del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica, comporterebbe un notevole abbattimento dei costi diretti della ASL per garantire i compiti di medicina di controllo. L’utilizzo di operatori di provata esperienza medico – legale per prestazioni alla persona migliorerebbe inoltre la qualità del servizio reso. Resta però da verificare sul campo la sostenibilità del carico di lavoro sugli operatori e se non sono possibili anche a breve scelte alternative ormai consolidate con sentenze delle alte corti, quali per esempio la fatturazione degli oneri agli enti richiedenti.
LE “VISITE FISCALI” NELLA ASL SASSARI, ANALISI DESCRITTIVA E PROPOSTE OPERATIVE / Vargiu, G.; Delogu, F.; Derudas, E. L.; Loriga, C.; Grassi, L.; Azara, A.. - (2012), pp. 553-553. ((Intervento presentato al convegno PREVENZIONE E SANITÀ PUBBLICA AL SERVIZIO DEL PAESE l’Igienista verso le nuove esigenze di salute tenutosi a Forte Village Resort Santa Margherita di Pula, Cagliari nel Cagliari 3/6 ottobre 2012.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/201417
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact