L’iscrizione nel registro delle imprese di domande giudiziali afferenti a quote di s.r.l. tra arbitrarietà e limiti del ragionamento analogico