Maschere e corpi nella rappresentazione del Carnevale barbaricino