Il lavoro esamina entro quali limiti il diritto alla privacy sia riconosciuto, a livello normativo, e possa essere esercitato dal suo titolare quando entri in conflitto con l’interesse pubblico alla ricerca, espressione, tra l’altro, della libertà individuale di conoscere e ampliare il sapere. L’opera prende in considerazione la disciplina fondamentale dettata dal codice della privacy, unitamente ai codici di deontologia, ponendola in relazione alle diverse discipline speciali, poste a fondamento dell’attività di ricerca storica, scientifica e statistica. Viene così verificato entro quali limiti il diritto alla privacy trovi tutela sia in relazione alla raccolta dei dati personali presso gli archivi storici (sia pubblici che privati), sia in relazione alla conoscenza da parte degli utenti, sia in relazione alla eventuale divulgazione. L’esame viene esteso al trattamento dei dati personali per fini statistici, tenendo conto della particolarità della ricerca statistica, che prevede la necessaria divulgazione dei dati (resi pertanto in forma anonima). Viene infine affrontato il diritto alla privacy nella ricerca scientifica, e in particolar modo in quella medica, ove lo specifico interesse pubblico giustifica determinate deroghe ai principi generali.

Il trattamento dei dati personali per scopi storici, statistici e scientifici / Uda, Giovanni Maria. - (2007), pp. 443-477.

Il trattamento dei dati personali per scopi storici, statistici e scientifici

UDA, Giovanni Maria
2007

Abstract

Il lavoro esamina entro quali limiti il diritto alla privacy sia riconosciuto, a livello normativo, e possa essere esercitato dal suo titolare quando entri in conflitto con l’interesse pubblico alla ricerca, espressione, tra l’altro, della libertà individuale di conoscere e ampliare il sapere. L’opera prende in considerazione la disciplina fondamentale dettata dal codice della privacy, unitamente ai codici di deontologia, ponendola in relazione alle diverse discipline speciali, poste a fondamento dell’attività di ricerca storica, scientifica e statistica. Viene così verificato entro quali limiti il diritto alla privacy trovi tutela sia in relazione alla raccolta dei dati personali presso gli archivi storici (sia pubblici che privati), sia in relazione alla conoscenza da parte degli utenti, sia in relazione alla eventuale divulgazione. L’esame viene esteso al trattamento dei dati personali per fini statistici, tenendo conto della particolarità della ricerca statistica, che prevede la necessaria divulgazione dei dati (resi pertanto in forma anonima). Viene infine affrontato il diritto alla privacy nella ricerca scientifica, e in particolar modo in quella medica, ove lo specifico interesse pubblico giustifica determinate deroghe ai principi generali.
9788834857359
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/74863
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact