La raccolta di etnotesti di Gino Bottiglioni, apparsa per la prima volta nel 1922 per i tipi di Olschki, rappresenta ancora oggi lo strumento che offre la documentazione più ampia delle varietà dialettali parlate in Sardegna. Nella Prefazione Lupinu colloca l'opera nel contesto storico in cui vide la luce e ne illustra i meriti e i limiti.

Prefazione / Lupinu, Giovanni. - (2003), pp. 7-25.

Prefazione

LUPINU, Giovanni
2003

Abstract

La raccolta di etnotesti di Gino Bottiglioni, apparsa per la prima volta nel 1922 per i tipi di Olschki, rappresenta ancora oggi lo strumento che offre la documentazione più ampia delle varietà dialettali parlate in Sardegna. Nella Prefazione Lupinu colloca l'opera nel contesto storico in cui vide la luce e ne illustra i meriti e i limiti.
88-87825-72-6
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/73023
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact