Le recenti normative nel campo dell'amministrazione digitale impongono agli enti pubblici di utilizzare procedure standardizzate nella costruzione e trattamento del dato territoriale al fine di favorire lo scambio e l'interoperabilità tra diversi soggetti, snellire le procedure burocratiche, erogare servizi al cittadino di maggiore qualità. La modernizzazione del paese, che comporta in primo luogo la digitalizzazione della PA, l’eliminazione del digital divide, l’introduzione di pratiche di e-government e lo sviluppo della banda ultra larga, riconosciuta dal Governo come una priorità per favorire la ripresa economica, si prospetta però difficile, in primo luogo perché necessita di una “rivoluzione culturale” per la quale i tempi di percorrenza non sono brevi e le difficoltà non facili da superare. Ciò, in particolare, per quanto concerne gli aspetti inerenti il territorio, le cui competenze sono frammentate tra enti e uffici diversi e laddove l’utilizzo di tecniche moderne basate sui GIS, o supportate da WebGIS, sono purtroppo a un livello ancora insoddisfacente,. Il presente contributo vuole esaminare, seppure sinteticamente, il rapporto tra Cittadino e Comune in merito alla gestione delle pratiche urbanistico - edilizie per osservare come il supporto del GIS può favorire un buon livello di efficienza amministrativa e aumentare la soddisfazione dell’utente.

Aspetti dell’innovazione digitale nelle pratiche di gestione del territorio. A proposito del rapporto tra cittadini e comuni / Scanu, G; Podda, C. - (2012), pp. 1201-1210.

Aspetti dell’innovazione digitale nelle pratiche di gestione del territorio. A proposito del rapporto tra cittadini e comuni

SCANU, Giuseppe;PODDA, Cinzia
2012

Abstract

Le recenti normative nel campo dell'amministrazione digitale impongono agli enti pubblici di utilizzare procedure standardizzate nella costruzione e trattamento del dato territoriale al fine di favorire lo scambio e l'interoperabilità tra diversi soggetti, snellire le procedure burocratiche, erogare servizi al cittadino di maggiore qualità. La modernizzazione del paese, che comporta in primo luogo la digitalizzazione della PA, l’eliminazione del digital divide, l’introduzione di pratiche di e-government e lo sviluppo della banda ultra larga, riconosciuta dal Governo come una priorità per favorire la ripresa economica, si prospetta però difficile, in primo luogo perché necessita di una “rivoluzione culturale” per la quale i tempi di percorrenza non sono brevi e le difficoltà non facili da superare. Ciò, in particolare, per quanto concerne gli aspetti inerenti il territorio, le cui competenze sono frammentate tra enti e uffici diversi e laddove l’utilizzo di tecniche moderne basate sui GIS, o supportate da WebGIS, sono purtroppo a un livello ancora insoddisfacente,. Il presente contributo vuole esaminare, seppure sinteticamente, il rapporto tra Cittadino e Comune in merito alla gestione delle pratiche urbanistico - edilizie per osservare come il supporto del GIS può favorire un buon livello di efficienza amministrativa e aumentare la soddisfazione dell’utente.
978-88-903132-7-1
Aspetti dell’innovazione digitale nelle pratiche di gestione del territorio. A proposito del rapporto tra cittadini e comuni / Scanu, G; Podda, C. - (2012), pp. 1201-1210.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/72423
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact