Il "racconto ripetuto" di Giuseppe Dessì