Commento all'art. 38, legge 20 maggio 1970, n. 300, Statuto dei lavoratori