L'ambiente come opera di "costruzione collettiva"