“Gli idola: un po’ di malattie sociali e metodologiche che ci impediscono di conoscere il passato e di prevedere il futuro”