Dal GUF al movimento studentesco