Un «santuario della scienza»: tradizione e rotture nella Facoltà di Lettere dalla Liberazione al 1966