Interpretare i mutamenti: dall'ossessione descrittiva alla "comprensione germinativa"