Le rivoluzioni politiche del XVIII secolo, operando sulla scia delle teorie del contratto, hanno svolto un ruolo decisivo nell’istituire una stretta correlazione tra democrazia e principio del piacere: nello stesso momento in cui gettavano le fondamenta per una legittimazione dal basso del potere, trasformavano bisogni e desideri umani in beni da proteggere o da promuovere. Assumeva così per la prima volta consistenza storica quel campo di tensione tipicamente democratico che ha ad un polo i desideri umani, e all’altro l’esigenza collettiva di una legge che sia espressione della libertà politica. Di fronte a questa inedita polarizzazione, tra il XVIII e il XIX secolo si delineano tre diverse strategie: della disciplina (Rousseau e Kant), della spontaneità (Sade e Fourier) e della mediazione (Constant, J.S. Mill, Tocqueville). Il loro conflitto accompagna la storia della democrazia e trova oggi nella rappresentanza politica un oggetto di contesa.

IL PRINCIPIO DEL PIACERE E LA DEMOCRAZIA / Magrin, Gabriele. - (2015), pp. 187-208.

IL PRINCIPIO DEL PIACERE E LA DEMOCRAZIA

MAGRIN, Gabriele
2015

Abstract

Le rivoluzioni politiche del XVIII secolo, operando sulla scia delle teorie del contratto, hanno svolto un ruolo decisivo nell’istituire una stretta correlazione tra democrazia e principio del piacere: nello stesso momento in cui gettavano le fondamenta per una legittimazione dal basso del potere, trasformavano bisogni e desideri umani in beni da proteggere o da promuovere. Assumeva così per la prima volta consistenza storica quel campo di tensione tipicamente democratico che ha ad un polo i desideri umani, e all’altro l’esigenza collettiva di una legge che sia espressione della libertà politica. Di fronte a questa inedita polarizzazione, tra il XVIII e il XIX secolo si delineano tre diverse strategie: della disciplina (Rousseau e Kant), della spontaneità (Sade e Fourier) e della mediazione (Constant, J.S. Mill, Tocqueville). Il loro conflitto accompagna la storia della democrazia e trova oggi nella rappresentanza politica un oggetto di contesa.
9788891728029
IL PRINCIPIO DEL PIACERE E LA DEMOCRAZIA / Magrin, Gabriele. - (2015), pp. 187-208.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/68664
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact