Le fasi cistiche bentoniche prodotte nel ciclo vitale di molti dinoflagellati svolgono un importante ruolo nella dispersione delle specie, nell’i- noculo di fioriture, nella sopravvivenza a condizioni ambientali ostiche. L’integrazione degli studi sulle fasi bentoniche e quelle planctoniche può essere di grande aiuto nella comprensione della biogeografia e dell’ecologia dei dinoflagellati e le informazioni derivanti da questo tipo di studi costituiscono un’importante implementazione di dati nella valutazione della biodiversità di un’area geografica. Questo lavoro riporta una parte dei risultati di uno studio svolto sulle cisti bentoniche di dinoflagellati presenti nei sedimenti del Golfo di Olbia, uno dei siti target del Progetto Europeo SEED (GOCE-CT-2005-003875). I risultati evidenziano notevoli differenze nelle abbondanze e nelle distribuzioni delle cisti, sia in termini temporali (3 campagne: maggio 2006, ottobre 2006 e maggio 2007) che spaziali (da 6 a 10 stazioni). Sono stati individuati oltre 40 morfotipi, per circa la metà dei quali è stata possibile l’attribuzione tassonomica almeno a livello di genere, tra i quali Scrippsiella è stato quello più importante. Inoltre, sono stati riscontrati differenti pattern distributivi per i diversi morfotipi. Le cisti hanno confermato la presenza di specie HAS già riportate per il golfo, permettendo anche l’individuazione di specie non segnalate nel plancton.

Distribuzione ed abbondanza di cisti di dinoflagellati nei sedimenti del Golfo di Olbia (Sardegna - Italia) / Satta, Cecilia Teodora; Lugliè, Antonella Gesuina Laura; Padedda, Bachisio Mario; Pulina, S; Sechi, Nicola. - (2007), pp. 70-70. ((Intervento presentato al convegno Congresso congiunto XVII Congresso della Socità Italiana di Ecologia e XVIII Congresso Associazione tenutosi a Ancona nel 17-20 settembre 2007.

Distribuzione ed abbondanza di cisti di dinoflagellati nei sedimenti del Golfo di Olbia (Sardegna - Italia)

SATTA, Cecilia Teodora;LUGLIÈ, Antonella Gesuina Laura;PADEDDA, Bachisio Mario;PULINA S;SECHI, Nicola
2007

Abstract

Le fasi cistiche bentoniche prodotte nel ciclo vitale di molti dinoflagellati svolgono un importante ruolo nella dispersione delle specie, nell’i- noculo di fioriture, nella sopravvivenza a condizioni ambientali ostiche. L’integrazione degli studi sulle fasi bentoniche e quelle planctoniche può essere di grande aiuto nella comprensione della biogeografia e dell’ecologia dei dinoflagellati e le informazioni derivanti da questo tipo di studi costituiscono un’importante implementazione di dati nella valutazione della biodiversità di un’area geografica. Questo lavoro riporta una parte dei risultati di uno studio svolto sulle cisti bentoniche di dinoflagellati presenti nei sedimenti del Golfo di Olbia, uno dei siti target del Progetto Europeo SEED (GOCE-CT-2005-003875). I risultati evidenziano notevoli differenze nelle abbondanze e nelle distribuzioni delle cisti, sia in termini temporali (3 campagne: maggio 2006, ottobre 2006 e maggio 2007) che spaziali (da 6 a 10 stazioni). Sono stati individuati oltre 40 morfotipi, per circa la metà dei quali è stata possibile l’attribuzione tassonomica almeno a livello di genere, tra i quali Scrippsiella è stato quello più importante. Inoltre, sono stati riscontrati differenti pattern distributivi per i diversi morfotipi. Le cisti hanno confermato la presenza di specie HAS già riportate per il golfo, permettendo anche l’individuazione di specie non segnalate nel plancton.
Distribuzione ed abbondanza di cisti di dinoflagellati nei sedimenti del Golfo di Olbia (Sardegna - Italia) / Satta, Cecilia Teodora; Lugliè, Antonella Gesuina Laura; Padedda, Bachisio Mario; Pulina, S; Sechi, Nicola. - (2007), pp. 70-70. ((Intervento presentato al convegno Congresso congiunto XVII Congresso della Socità Italiana di Ecologia e XVIII Congresso Associazione tenutosi a Ancona nel 17-20 settembre 2007.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/65489
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact