Five injured loggerhead sea turtles underwent general anaesthesia for surgical treatment. Medetomidine IV (0,05 mg/Kg) and ketamine IV (5 mg/Kg) were injected in the cervical dorsal venous sinus as induction agents. Isoflurane in oxygen 2 l/min was administered with an Aire-T circuit for maintenance of 1h – 2h20’ of anaesthesia. EtIso at 10, 30, 60 e 90 minutes was 3,1±0,3%, 2,6±0,2%, 2,0±0,2%, 1,8±0,2%, while FiIso was 3,5±0,3%, 2,8±0,2%, 2,2±0,2% and 1,9±0,2% respectively. EtCO2, from initial value of 13±3 mmHg gradually decreased to 6±1 mmHg after 1h30’. FiO2 from initial 21% increased to 91±4% after 10’ of artificial ventilation. Body temperature was 24,5±1,5 °C, that is 2,5 °C lower than ambient temperature. Atipamezole IM (0,2 mg/Kg) and buprenorphine IM (5 μg/Kg) were injected at the end of the surgery. From the end of isoflurane administration, spontaneous ventilation occurred after 30’ – 1h30’, while complete recovery occurred after 40’ to 2h45’. The anaesthetic procedure showed to be save and effective. Such a high isoflurane concentration, compared with other domestic animals, could be explained by a right to left shunt, which in this species is generally activated during anaesthesia.

Cinque esemplari di tartaruga marina, recuperate perché trovate in gravi condizioni, sono state poste in anestesia generale per trattamento chirurgico. L’anestesia è stata indotta con medetomidina IV (0,05 mg/Kg) e chetamina IV (5 mg/Kg) inoculate nel seno venoso cervicale dorsale. Il mantenimento è stato effettuato con isofluorano in ossigeno 2 l/min mediante un circuito T di Aire, per una durata compresa tra 1h e 2h20’. EtIso a 10, 30, 60 e 90 minuti sono state 3,1±0,3%, 2,6±0,2%, 2,0±0,2%, 1,8±0,2%, mentre FiIso 3,5±0,3%, 2,8±0,2%, 2,2±0,2% e 1,9±0,2% rispettivamente. La EtCO2, da valori iniziali di 13±3 mmHg è gradualmente diminuita sino a 6±1 mmHg dopo 1h30’. La FiO2 è passata da 21% iniziale a 91±4% dopo 10’ di ventilazione artificiale. La temperatura corporea è stata 24,5±1,5 °C, evidenziando una differenza di 2,5 °C in meno rispetto a quella ambientale. Al termine della chirurgia sono stati somministrati atipamezolo IM (0,2 mg/Kg) e buprenorfina IM (5 μg/Kg). Dalla fine della somministrazione di isofluorano, la ripresa della ventilazione spontanea si è avuta dopo 30’ – 1h30’ mentre il completo risveglio si è avuto dopo 40’ – 2h45’. Il protocollo utilizzato si è mostrato di grande sicurezza ed efficacia. La necessità di una così elevata concentrazione di isofluorano rispetto a quella di altri animali domestici potrebbe essere spiegata con la presenza di uno shunt destro-sinistro, generalmente riscontrato in questa specie durante l’anestesia.

Monitoraggio clinico e dei gas respiratori in corso di anestesia generale con medetomidina-chetamina ed isofluorano in cinque esemplari di tartaruga marina comune (Caretta caretta) / Secci, F; Denurra, D; Pireddu, L; Careddu, Giovanni Mario. - (2009), pp. 205-208. ((Intervento presentato al convegno XVI Congresso SICV tenutosi a Parma nel 18-19 Giugno 2009.

Monitoraggio clinico e dei gas respiratori in corso di anestesia generale con medetomidina-chetamina ed isofluorano in cinque esemplari di tartaruga marina comune (Caretta caretta)

COLUMBANO, Nicolò;CAREDDU, Giovanni Mario
2009

Abstract

Cinque esemplari di tartaruga marina, recuperate perché trovate in gravi condizioni, sono state poste in anestesia generale per trattamento chirurgico. L’anestesia è stata indotta con medetomidina IV (0,05 mg/Kg) e chetamina IV (5 mg/Kg) inoculate nel seno venoso cervicale dorsale. Il mantenimento è stato effettuato con isofluorano in ossigeno 2 l/min mediante un circuito T di Aire, per una durata compresa tra 1h e 2h20’. EtIso a 10, 30, 60 e 90 minuti sono state 3,1±0,3%, 2,6±0,2%, 2,0±0,2%, 1,8±0,2%, mentre FiIso 3,5±0,3%, 2,8±0,2%, 2,2±0,2% e 1,9±0,2% rispettivamente. La EtCO2, da valori iniziali di 13±3 mmHg è gradualmente diminuita sino a 6±1 mmHg dopo 1h30’. La FiO2 è passata da 21% iniziale a 91±4% dopo 10’ di ventilazione artificiale. La temperatura corporea è stata 24,5±1,5 °C, evidenziando una differenza di 2,5 °C in meno rispetto a quella ambientale. Al termine della chirurgia sono stati somministrati atipamezolo IM (0,2 mg/Kg) e buprenorfina IM (5 μg/Kg). Dalla fine della somministrazione di isofluorano, la ripresa della ventilazione spontanea si è avuta dopo 30’ – 1h30’ mentre il completo risveglio si è avuto dopo 40’ – 2h45’. Il protocollo utilizzato si è mostrato di grande sicurezza ed efficacia. La necessità di una così elevata concentrazione di isofluorano rispetto a quella di altri animali domestici potrebbe essere spiegata con la presenza di uno shunt destro-sinistro, generalmente riscontrato in questa specie durante l’anestesia.
Five injured loggerhead sea turtles underwent general anaesthesia for surgical treatment. Medetomidine IV (0,05 mg/Kg) and ketamine IV (5 mg/Kg) were injected in the cervical dorsal venous sinus as induction agents. Isoflurane in oxygen 2 l/min was administered with an Aire-T circuit for maintenance of 1h – 2h20’ of anaesthesia. EtIso at 10, 30, 60 e 90 minutes was 3,1±0,3%, 2,6±0,2%, 2,0±0,2%, 1,8±0,2%, while FiIso was 3,5±0,3%, 2,8±0,2%, 2,2±0,2% and 1,9±0,2% respectively. EtCO2, from initial value of 13±3 mmHg gradually decreased to 6±1 mmHg after 1h30’. FiO2 from initial 21% increased to 91±4% after 10’ of artificial ventilation. Body temperature was 24,5±1,5 °C, that is 2,5 °C lower than ambient temperature. Atipamezole IM (0,2 mg/Kg) and buprenorphine IM (5 μg/Kg) were injected at the end of the surgery. From the end of isoflurane administration, spontaneous ventilation occurred after 30’ – 1h30’, while complete recovery occurred after 40’ to 2h45’. The anaesthetic procedure showed to be save and effective. Such a high isoflurane concentration, compared with other domestic animals, could be explained by a right to left shunt, which in this species is generally activated during anaesthesia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/65468
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact