L’indagine archeologica nel sito di Sa Osa investe estesamente, per la prima volta in Sardegna e nonostante le condizioni di emergenza, un insediamento senza nuraghe e senza strutture murarie del Bronzo Medio, Recente e Finale. Il sito si colloca sulla sommità di un terrazzo alluvionale antico e sulla piana alluvionale del Tirso, a circa due chilometri dall’attuale linea di costa del Golfo di Oristano. La connessione dell’insediamento con le dinamiche fluviali e marine ha sollecitato l’avvio di un ampio programma di indagini geomorfologiche e geoarcheologiche, allo scopo di illuminare il tema dell’interazione tra fattori fisici e antropici in un ambiente per sua natura instabile. L’occupazione delle diverse fasi è testimoniata da ordinate stratificazioni di livelli sedimentari ed antropici, da fosse di forma e dimensioni variabili e da pozzi e pozzetti cilindroidi, colmati da depositi di diversa natura. Per alcuni pozzi è possibile ipotizzare funzioni originarie di rifornimento idrico e di conservazione di derrate. In particolare un pozzo ha restituito un ricchissimo contesto del Bronzo Recente con resti di pesci e semi di varie specie, tra cui semi di uva coltivata; in un altro è stato recuperato lo scheletro di un cervo intero. Si distinguono anche fosse probabilmente adibite a discarica.

L’insediamento nuragico di Sa Osa (Cabras – OR) / Usai, A; Sebis, S; Depalmas, Anna; Melis, Rt; Zedda, Marco; Carenti, G; Caruso, S; Castangia, G; Chergia, V; Pau, L; Sanna, I; Sechi, S; Serreli, Pf; Soro, L; Vidili, S; Zupancich, A.. - II:(2012), pp. 771-782. ((Intervento presentato al convegno XLIV Riunione Scientifica dell'Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria tenutosi a Cagliari, Barumini, Sassari nel 23-28 novembre 2009.

L’insediamento nuragico di Sa Osa (Cabras – OR)

DEPALMAS, Anna;ZEDDA, Marco;
2012

Abstract

L’indagine archeologica nel sito di Sa Osa investe estesamente, per la prima volta in Sardegna e nonostante le condizioni di emergenza, un insediamento senza nuraghe e senza strutture murarie del Bronzo Medio, Recente e Finale. Il sito si colloca sulla sommità di un terrazzo alluvionale antico e sulla piana alluvionale del Tirso, a circa due chilometri dall’attuale linea di costa del Golfo di Oristano. La connessione dell’insediamento con le dinamiche fluviali e marine ha sollecitato l’avvio di un ampio programma di indagini geomorfologiche e geoarcheologiche, allo scopo di illuminare il tema dell’interazione tra fattori fisici e antropici in un ambiente per sua natura instabile. L’occupazione delle diverse fasi è testimoniata da ordinate stratificazioni di livelli sedimentari ed antropici, da fosse di forma e dimensioni variabili e da pozzi e pozzetti cilindroidi, colmati da depositi di diversa natura. Per alcuni pozzi è possibile ipotizzare funzioni originarie di rifornimento idrico e di conservazione di derrate. In particolare un pozzo ha restituito un ricchissimo contesto del Bronzo Recente con resti di pesci e semi di varie specie, tra cui semi di uva coltivata; in un altro è stato recuperato lo scheletro di un cervo intero. Si distinguono anche fosse probabilmente adibite a discarica.
978-88-6045-094-4
L’insediamento nuragico di Sa Osa (Cabras – OR) / Usai, A; Sebis, S; Depalmas, Anna; Melis, Rt; Zedda, Marco; Carenti, G; Caruso, S; Castangia, G; Chergia, V; Pau, L; Sanna, I; Sechi, S; Serreli, Pf; Soro, L; Vidili, S; Zupancich, A.. - II:(2012), pp. 771-782. ((Intervento presentato al convegno XLIV Riunione Scientifica dell'Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria tenutosi a Cagliari, Barumini, Sassari nel 23-28 novembre 2009.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/65238
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact