In Sardegna, dove poco meno del 10% è rappresentato da rocce calcaree, si generano forme di erosione di superficie ma in prevalenza le forme di erosione più diffuse sono le sotterranee. Oggetto d'indagine del presente lavoro sono le unità morfocarsiche sotterranee, in particolare le grotte e la loro valorizzazione.

Ipotesi di valorizzazione turistica del patrimonio speleologico della Sardegna / Brundu, Brunella; Brandis, P; Carboni, Donatella. - 1:(1997), pp. 439-454.

Ipotesi di valorizzazione turistica del patrimonio speleologico della Sardegna

BRUNDU, Brunella;CARBONI, Donatella
1997

Abstract

In Sardegna, dove poco meno del 10% è rappresentato da rocce calcaree, si generano forme di erosione di superficie ma in prevalenza le forme di erosione più diffuse sono le sotterranee. Oggetto d'indagine del presente lavoro sono le unità morfocarsiche sotterranee, in particolare le grotte e la loro valorizzazione.
88-7188-176-1
Ipotesi di valorizzazione turistica del patrimonio speleologico della Sardegna / Brundu, Brunella; Brandis, P; Carboni, Donatella. - 1:(1997), pp. 439-454.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/63292
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact