Grazie alle tendenze demografiche in corso e alle sempre più massicce previsioni di inurbamento, la città densa continua ad essere l’argomento principale della discussione sull’insediamento umano. La sua predominanza rispetto agli ambienti umani meno densamente popolati è oramai saldamente radicata nelle previsioni demografiche come nel senso comune. Questa convinzione ha profondamente influenzato anche le riflessioni contemporanee sull'architettura, che da alcuni anni a questa parte hanno iniziato a gravitare sempre più attorno alle nozioni di congestione, densificazione, metropoli, bigness, fino a farle quasi diventare il quadro teorico quasi esclusivo per l'elaborazione del progetto di architettura. In questo articolo, che riassume alcuni aspetti di uno studio più ampio, si discute la reale rilevanza di questi concetti rispetto alla reale estensione della città densa, indicando alcuni aspetti che ne limitano o indeboliscono l’egemonia e valutando le opportunità offerte dalle insediamenti urbani più rarefatti. Queste riflessioni appaiono almeno in linea di principio applicabili sia ad alcune aree dell’Italia insulare e meridionale, sia ad ambiti molto diversi e diffusi nel mondo. Sembra quindi possibile immaginare, a fianco alla città delle attività e delle architetture concentrate, anche un'altra città a densità bassa, che trasformi la sua apparente debolezza e la profonda influenza che su di essa esercitano il paesaggio naturale e la storia in una città non omologata ai canoni delle città globali. Inoltre, vista la scarsità di outils appropriate al progetto nei territori meno popolati vengono presentati e discussi alcuni caratteri fondamentali dello spazio della bassa densità: l'importanza del terreno, il valore della costruzione e della scala, la durata e la temporaneità. Questi temi contribuiscono a mettere a fuoco un tipo particolare di spazio marcatamente vettoriale e aptico differente dallo spazio basato sull’estensione che ha in genere caratterizzato la città densa durante il suo sviluppo.

Beyond Bigness. Some reflections on architecture in low-density conditions / Spanedda, Francesco. - (2011), pp. 308-357.

Beyond Bigness. Some reflections on architecture in low-density conditions

SPANEDDA, Francesco
2011

Abstract

Grazie alle tendenze demografiche in corso e alle sempre più massicce previsioni di inurbamento, la città densa continua ad essere l’argomento principale della discussione sull’insediamento umano. La sua predominanza rispetto agli ambienti umani meno densamente popolati è oramai saldamente radicata nelle previsioni demografiche come nel senso comune. Questa convinzione ha profondamente influenzato anche le riflessioni contemporanee sull'architettura, che da alcuni anni a questa parte hanno iniziato a gravitare sempre più attorno alle nozioni di congestione, densificazione, metropoli, bigness, fino a farle quasi diventare il quadro teorico quasi esclusivo per l'elaborazione del progetto di architettura. In questo articolo, che riassume alcuni aspetti di uno studio più ampio, si discute la reale rilevanza di questi concetti rispetto alla reale estensione della città densa, indicando alcuni aspetti che ne limitano o indeboliscono l’egemonia e valutando le opportunità offerte dalle insediamenti urbani più rarefatti. Queste riflessioni appaiono almeno in linea di principio applicabili sia ad alcune aree dell’Italia insulare e meridionale, sia ad ambiti molto diversi e diffusi nel mondo. Sembra quindi possibile immaginare, a fianco alla città delle attività e delle architetture concentrate, anche un'altra città a densità bassa, che trasformi la sua apparente debolezza e la profonda influenza che su di essa esercitano il paesaggio naturale e la storia in una città non omologata ai canoni delle città globali. Inoltre, vista la scarsità di outils appropriate al progetto nei territori meno popolati vengono presentati e discussi alcuni caratteri fondamentali dello spazio della bassa densità: l'importanza del terreno, il valore della costruzione e della scala, la durata e la temporaneità. Questi temi contribuiscono a mettere a fuoco un tipo particolare di spazio marcatamente vettoriale e aptico differente dallo spazio basato sull’estensione che ha in genere caratterizzato la città densa durante il suo sviluppo.
9788856837391
Beyond Bigness. Some reflections on architecture in low-density conditions / Spanedda, Francesco. - (2011), pp. 308-357.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/63130
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact