L’inganno assurdo. Linguaggio e conoscenza tra realismo e fallibilismo