A 150 anni dalla nascita della scrittrice, il contributo prende in esame le prime traduzioni in lingua inglese dei romanzi di Deledda, con particolare attenzione al rapporto con gli editori, al lavoro delle traduttrici, alla ricezione in ambito anglofono. La riflessione mira altresì a collocare Grazia Deledda nel contesto culturale della fin de siècle, sottolineando la dimensione internazionale del suo primo repertorio.

«Something to think about». Il primo repertorio anglofono di Grazia Deledda / Salis, Loredana. - 3:(2022), pp. 471-496.

«Something to think about». Il primo repertorio anglofono di Grazia Deledda

Loredana Salis
2022-01-01

Abstract

A 150 anni dalla nascita della scrittrice, il contributo prende in esame le prime traduzioni in lingua inglese dei romanzi di Deledda, con particolare attenzione al rapporto con gli editori, al lavoro delle traduttrici, alla ricezione in ambito anglofono. La riflessione mira altresì a collocare Grazia Deledda nel contesto culturale della fin de siècle, sottolineando la dimensione internazionale del suo primo repertorio.
978-88-98692-98-9
«Something to think about». Il primo repertorio anglofono di Grazia Deledda / Salis, Loredana. - 3:(2022), pp. 471-496.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/301225
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact