I ritmi del cambiamento di questa nostra epoca sono tali da tentare di modificare in fretta anche ciò che fino a ieri sembrava inviolabile, come sta succedendo con la manipolazione degli organismi biologici. Se la velocità del cambiamento richiede una verifica immediata, è possibile, o meglio ha senso che vi sia spazio anche per temporalità di lungo termine? Un approccio sostenibile al progetto e alla costruzione architettonica probabilmente maturerà effetti verificabili da parte delle generazioni future. Come si coniuga tutto ciò con il mito della caducità, della vita utile programmata, dell’immagine usa e getta che riveste un ruolo strategico in alcune recenti realizzazioni architettoniche? La pelle esterna degli edifici si sta sempre più adeguando a questo modo di concepire i luoghi abitabili trasmettendo incessantemente caducità e mutevolezza. Materiali e tecnologie sono appositamente progettati per corrispondere a questo dominio dell’effimero. Può essere sostenibile questo modo di procedere della cultura materiale?

ESPRESSIVITÀ CADUCA DELLE RECENTI ARCHITETTURE / Zennaro, Pietro; Gasparini, Katia. - CD:(2006). ((Intervento presentato al convegno Valorizzazione dei beni pubblici e sostenibilità degli interventi tenutosi a MANTOVA nel 25-26 maggio 2006.

ESPRESSIVITÀ CADUCA DELLE RECENTI ARCHITETTURE

GASPARINI, KATIA
2006-01-01

Abstract

I ritmi del cambiamento di questa nostra epoca sono tali da tentare di modificare in fretta anche ciò che fino a ieri sembrava inviolabile, come sta succedendo con la manipolazione degli organismi biologici. Se la velocità del cambiamento richiede una verifica immediata, è possibile, o meglio ha senso che vi sia spazio anche per temporalità di lungo termine? Un approccio sostenibile al progetto e alla costruzione architettonica probabilmente maturerà effetti verificabili da parte delle generazioni future. Come si coniuga tutto ciò con il mito della caducità, della vita utile programmata, dell’immagine usa e getta che riveste un ruolo strategico in alcune recenti realizzazioni architettoniche? La pelle esterna degli edifici si sta sempre più adeguando a questo modo di concepire i luoghi abitabili trasmettendo incessantemente caducità e mutevolezza. Materiali e tecnologie sono appositamente progettati per corrispondere a questo dominio dell’effimero. Può essere sostenibile questo modo di procedere della cultura materiale?
ESPRESSIVITÀ CADUCA DELLE RECENTI ARCHITETTURE / Zennaro, Pietro; Gasparini, Katia. - CD:(2006). ((Intervento presentato al convegno Valorizzazione dei beni pubblici e sostenibilità degli interventi tenutosi a MANTOVA nel 25-26 maggio 2006.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/300228
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact