Il titolo del libro si richiama allogosintorno alla Sardegna che Pausania (X, 17, 20) inserisce nella sua descrizione dei doni votivi di Delfi, a proposito di una statua diSardos. Tale logos rappresenta, com'è noto, la più compiuta sistematizzazione dei vari filoni dei miti classici relativi alla Sardegna, sui quali si è esercitata l'acribia degli studiosi: dalla fondamentale ricerca di Ettore Pais nella memoria linceaLa Sardegna prima del dominio romano(del 1881) al recente volume di Ignazio Didu sul tema. Introduttivo a questo volume - che raccoglie gli atti del Convegno di Lanusei, del 29 dicembre 1998, su "Le fonti classiche e la Sardegna" organizzato dal Dipartimento di Storia dell'Università di Sassari e dal Liceo classico Mameli di Lanusei - è il saggio di Attilio MastinoI miti classici e l'isola felicea proposito dei diversi filoni tramandati dagli autori dell'antichità sulla mitografia della Sardegna. Seguono i contributi di Emilio Galvagno, Paolo Bernardini, Paola Ruggeri, Annarita Agus, Raimondo Zucca, Giampiero Pianu, Silvia Sanna, Gian Franco Chiai, Giovanni Pitzalis, Carla Perra, Massimo Pittau e Simonetta Castia che spaziano dall'analisi delle fonti di Diodoro sui miti greci e la Sardegna, al rapporto tra fonti mitiche e fonti archeologiche, al mito diTalos, all'onomastica dei Tespiadi, al mito delfico dell'"altro Herakles", ad Aristeo in Sardegna, aiDaidaleiae alletholoi, al valore delle fonti su Fenici e Cartaginesi in Sardegna in rapporto all'archeologia, alla geografia storica, alla didattica del mito greco nell'isola.

Λογοσ περι τησ Σαρδουσ: le fonti classiche e la Sardegna: atti del Convegno di studi24:(2004). ((Intervento presentato al convegno Λογοσ περι τησ Σαρδουσ: le fonti classiche e la Sardegna: atti del Convegno di studi.

Λογοσ περι τησ Σαρδουσ: le fonti classiche e la Sardegna: atti del Convegno di studi

-
2004

Abstract

Il titolo del libro si richiama allogosintorno alla Sardegna che Pausania (X, 17, 20) inserisce nella sua descrizione dei doni votivi di Delfi, a proposito di una statua diSardos. Tale logos rappresenta, com'è noto, la più compiuta sistematizzazione dei vari filoni dei miti classici relativi alla Sardegna, sui quali si è esercitata l'acribia degli studiosi: dalla fondamentale ricerca di Ettore Pais nella memoria linceaLa Sardegna prima del dominio romano(del 1881) al recente volume di Ignazio Didu sul tema. Introduttivo a questo volume - che raccoglie gli atti del Convegno di Lanusei, del 29 dicembre 1998, su "Le fonti classiche e la Sardegna" organizzato dal Dipartimento di Storia dell'Università di Sassari e dal Liceo classico Mameli di Lanusei - è il saggio di Attilio MastinoI miti classici e l'isola felicea proposito dei diversi filoni tramandati dagli autori dell'antichità sulla mitografia della Sardegna. Seguono i contributi di Emilio Galvagno, Paolo Bernardini, Paola Ruggeri, Annarita Agus, Raimondo Zucca, Giampiero Pianu, Silvia Sanna, Gian Franco Chiai, Giovanni Pitzalis, Carla Perra, Massimo Pittau e Simonetta Castia che spaziano dall'analisi delle fonti di Diodoro sui miti greci e la Sardegna, al rapporto tra fonti mitiche e fonti archeologiche, al mito diTalos, all'onomastica dei Tespiadi, al mito delfico dell'"altro Herakles", ad Aristeo in Sardegna, aiDaidaleiae alletholoi, al valore delle fonti su Fenici e Cartaginesi in Sardegna in rapporto all'archeologia, alla geografia storica, alla didattica del mito greco nell'isola.
88-430-3228-3
Λογοσ περι τησ Σαρδουσ: le fonti classiche e la Sardegna: atti del Convegno di studi24:(2004). ((Intervento presentato al convegno Λογοσ περι τησ Σαρδουσ: le fonti classiche e la Sardegna: atti del Convegno di studi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zucca_R_Logos_peri_tes_Sardous.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Non specificato
Dimensione 2.44 MB
Formato Adobe PDF
2.44 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/264350
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact