A Santulussurgiu, solo una parte relativamente modesta del territorio apparteneva durante l'età moderna alla comunità che vi esercitava gratuitamente i tradizionali usi civici detti diademprivio. Le maggiori estensioni di terreno incolto erano di proprietà del demanio statale e feudale. Su queste, l'attività dei Lussurgesi si svolgeva secondo antichi ritmi dedita al pascolo, allo sfruttamento dei ghiandiferi ed all'utilizzo della legna dei boschi, previo pagamento di tributi di vario genere. Il plurisecolare persistere del sistema feudale aveva anche favorito il fenomeno della comunanza di numerosi terreni tra villaggi confinanti appartenenti in genere alle stesse casate signorili. Sempre più spesso, man mano che la popolazione aumentava e con essa la fame di terra, sorgevano liti e contestazioni tra le comunità limitrofe relativamente alle delimitazioni ed all'uso del territorio che talvolta non erano rispettati. Queste vicende raggiunsero momenti di particolare conflittualità proprio nel corso del XIX secolo.

Dall'ultimo periodo feudale al primo cinquantennio unitario / Doneddu, Giuseppe Salvatore. - (2005), pp. 383-415.

Dall'ultimo periodo feudale al primo cinquantennio unitario

Doneddu, Giuseppe Salvatore;
2005

Abstract

A Santulussurgiu, solo una parte relativamente modesta del territorio apparteneva durante l'età moderna alla comunità che vi esercitava gratuitamente i tradizionali usi civici detti diademprivio. Le maggiori estensioni di terreno incolto erano di proprietà del demanio statale e feudale. Su queste, l'attività dei Lussurgesi si svolgeva secondo antichi ritmi dedita al pascolo, allo sfruttamento dei ghiandiferi ed all'utilizzo della legna dei boschi, previo pagamento di tributi di vario genere. Il plurisecolare persistere del sistema feudale aveva anche favorito il fenomeno della comunanza di numerosi terreni tra villaggi confinanti appartenenti in genere alle stesse casate signorili. Sempre più spesso, man mano che la popolazione aumentava e con essa la fame di terra, sorgevano liti e contestazioni tra le comunità limitrofe relativamente alle delimitazioni ed all'uso del territorio che talvolta non erano rispettati. Queste vicende raggiunsero momenti di particolare conflittualità proprio nel corso del XIX secolo.
Dall'ultimo periodo feudale al primo cinquantennio unitario / Doneddu, Giuseppe Salvatore. - (2005), pp. 383-415.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Tronza_M_Dall'_ultimo_periodo_feudale.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Non specificato
Dimensione 1.94 MB
Formato Adobe PDF
1.94 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11388/264318
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact