Nel 1994, in località Mura Ispuntones presso Bonorva, è stata rinvenuta, su segnalazione di alcuni contadini, una colonna in trachite con iscrizione itineraria inedita. Il testo si aggiunge al numero complessivo dei miliari dellaprovincia Sardinia, circa 150 in gran parte provenienti dalla stradaa Karalibus Olbiam. Il miliario di Mura Ispuntones contribuisce a far luce sulla politica di Filippo l'Arabo nella provincia Sardinia: l'imperatore durante il suo quinquennio di regno si interessò, rispetto ai suoi predecessori, al buon funzionamento di tutta la rete viaria sarda e al restauro di edifici pubblici, come nel caso della colonia diTurris Libisonis. Queste attività probabilmente rientravano in un disegno più ampio dell'imperatore, salito al trono con la violenza, ma desideroso di migliorare le condizioni di vita delle province, ristabilire l'ordine nell'Impero, ormai indebolito dai continui sconfinamenti delle popolazioni stanziate lungo ilimites, dall' anarchia militare e dagli usurpatori.

Filippo l'Arabo e laprovincia Sardinia. Un nuovo miliario della stradaa Karalibus-Olbiam13.3:(2002), pp. 1827-1837. ((Intervento presentato al convegno L'Africa romana: atti del 14. Convegno di studio.

Filippo l'Arabo e laprovincia Sardinia. Un nuovo miliario della stradaa Karalibus-Olbiam

Cazzona, Cecilia
2002

Abstract

Nel 1994, in località Mura Ispuntones presso Bonorva, è stata rinvenuta, su segnalazione di alcuni contadini, una colonna in trachite con iscrizione itineraria inedita. Il testo si aggiunge al numero complessivo dei miliari dellaprovincia Sardinia, circa 150 in gran parte provenienti dalla stradaa Karalibus Olbiam. Il miliario di Mura Ispuntones contribuisce a far luce sulla politica di Filippo l'Arabo nella provincia Sardinia: l'imperatore durante il suo quinquennio di regno si interessò, rispetto ai suoi predecessori, al buon funzionamento di tutta la rete viaria sarda e al restauro di edifici pubblici, come nel caso della colonia diTurris Libisonis. Queste attività probabilmente rientravano in un disegno più ampio dell'imperatore, salito al trono con la violenza, ma desideroso di migliorare le condizioni di vita delle province, ristabilire l'ordine nell'Impero, ormai indebolito dai continui sconfinamenti delle popolazioni stanziate lungo ilimites, dall' anarchia militare e dagli usurpatori.
88-430-2429-9
Filippo l'Arabo e laprovincia Sardinia. Un nuovo miliario della stradaa Karalibus-Olbiam13.3:(2002), pp. 1827-1837. ((Intervento presentato al convegno L'Africa romana: atti del 14. Convegno di studio.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Cazzona_C_Filippo_Arabo_e_provincia.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Non specificato
Dimensione 723.2 kB
Formato Adobe PDF
723.2 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/263848
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact