Tra il XIX e il XX secolo si avviano nell’Ateneo turritano gli studi chimico-fisici e naturalistici, inizialmente inseriti nel percorso di studio della Facoltà di Medicina, in quanto considerati complementari rispetto alle prevalenti discipline mediche. L’apertura verso queste nuove materie (fisica, chimica, mineralogia, zoologia, botanica) è accompagnata dalla creazione di Gabinetti e laboratori (con relative attrezzature per la sperimentazione) e richiede nella fase di avvio degli studi il ricorso a docenti “esterni” dotati di una competenza scientifica di ambito universitario, preferiti spesso agli insegnanti locali, discretamente preparati, ma di formazione eterogenea. Il salto di qualità avviene comunque solo a metà del XX secolo, con la nascita della Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali.

La Tradizione degli studi chimici, fisici e naturalistici(2008), pp. 273-305.

La Tradizione degli studi chimici, fisici e naturalistici

Bagella, Stefania
2008

Abstract

Tra il XIX e il XX secolo si avviano nell’Ateneo turritano gli studi chimico-fisici e naturalistici, inizialmente inseriti nel percorso di studio della Facoltà di Medicina, in quanto considerati complementari rispetto alle prevalenti discipline mediche. L’apertura verso queste nuove materie (fisica, chimica, mineralogia, zoologia, botanica) è accompagnata dalla creazione di Gabinetti e laboratori (con relative attrezzature per la sperimentazione) e richiede nella fase di avvio degli studi il ricorso a docenti “esterni” dotati di una competenza scientifica di ambito universitario, preferiti spesso agli insegnanti locali, discretamente preparati, ma di formazione eterogenea. Il salto di qualità avviene comunque solo a metà del XX secolo, con la nascita della Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali.
978-88-6202-071-8
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Bagella_S_Tradizione_degli_studi_chimici.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Non specificato
Dimensione 11.53 MB
Formato Adobe PDF
11.53 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/263396
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact