Negli ultimi anni gli studi molecolari condotti su invertebrati marini hanno contribuito fortemente alla valutazione della biodiversità locale mediante la risoluzione di complessi casi di tassonomia.Ophelia bicornis s.l.è un polichete che vive in habitat intertidali sabbiosi delle coste mediterranee ed europee atlantiche, la cui sistematica è ancora in fase di definizione. Un nostro precedente studio effettuato tramite alloenzimi ha suggerito cheO. bicornis s.l.è costituita da due specie:O. bicornis s.s.eO. barquii, rispettivamente riconducibili a morfotipi con 6 e 5 paia di nefridiopori. Nel presente lavoro è stata abbinata l'analisi morfologica (conteggio dei nefridiopori) con quella genetica (genotipizzazione tramite ISSR). Sono stati analizzati 6 campioni (n=50) diO. bicornis s.l.provenienti da 3 località sarde e 3 siciliane. I dati morfologici indicano una diversa distribuzione dei due morfotipi, che sono stati rilevati in simpatria, sia in località sarde che siciliane. L'analisi genetica effettuata tramite gli ISSR ripropone la distinzione tra individui con 6 e 5 paia di nefridiopori, confermando la precedente separazione diO. bicornis s.l.in due specie distinte. Il presente lavoro i) rappresenta un'ulteriore conferma del fatto che i livelli di biodiversità negli invertebrati marini sono attualmente sottostimati e ii) pone le basi per uno studio più accurato delle caratteristiche dell'habitat di queste specie.

La Biodiversità degli invertebrati marini è sottostimata? Il caso diOphelia bicorniseOphelia barquii(Annelida, Polychaeta) / Casu, Marco; Curini Galletti, Marco. - (2004), p. 5. ((Intervento presentato al convegno Conservazione e gestione degli ecosistemi: atti del 14. Congresso nazionale della Società Italiana di Ecologia.

La Biodiversità degli invertebrati marini è sottostimata? Il caso diOphelia bicorniseOphelia barquii(Annelida, Polychaeta)

Casu, Marco;Lai, Tiziana;Cossu, Piero;Curini Galletti, Marco
2004

Abstract

Negli ultimi anni gli studi molecolari condotti su invertebrati marini hanno contribuito fortemente alla valutazione della biodiversità locale mediante la risoluzione di complessi casi di tassonomia.Ophelia bicornis s.l.è un polichete che vive in habitat intertidali sabbiosi delle coste mediterranee ed europee atlantiche, la cui sistematica è ancora in fase di definizione. Un nostro precedente studio effettuato tramite alloenzimi ha suggerito cheO. bicornis s.l.è costituita da due specie:O. bicornis s.s.eO. barquii, rispettivamente riconducibili a morfotipi con 6 e 5 paia di nefridiopori. Nel presente lavoro è stata abbinata l'analisi morfologica (conteggio dei nefridiopori) con quella genetica (genotipizzazione tramite ISSR). Sono stati analizzati 6 campioni (n=50) diO. bicornis s.l.provenienti da 3 località sarde e 3 siciliane. I dati morfologici indicano una diversa distribuzione dei due morfotipi, che sono stati rilevati in simpatria, sia in località sarde che siciliane. L'analisi genetica effettuata tramite gli ISSR ripropone la distinzione tra individui con 6 e 5 paia di nefridiopori, confermando la precedente separazione diO. bicornis s.l.in due specie distinte. Il presente lavoro i) rappresenta un'ulteriore conferma del fatto che i livelli di biodiversità negli invertebrati marini sono attualmente sottostimati e ii) pone le basi per uno studio più accurato delle caratteristiche dell'habitat di queste specie.
La Biodiversità degli invertebrati marini è sottostimata? Il caso diOphelia bicorniseOphelia barquii(Annelida, Polychaeta) / Casu, Marco; Curini Galletti, Marco. - (2004), p. 5. ((Intervento presentato al convegno Conservazione e gestione degli ecosistemi: atti del 14. Congresso nazionale della Società Italiana di Ecologia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Lai_T_Capitolo_libro_2004_Biodiversita.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (versione finale pubblicata)
Licenza: Creative commons
Dimensione 239.31 kB
Formato Adobe PDF
239.31 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11388/262074
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact