Ingiustizia e linguaggio dei diritti